Consegnato nuovo ospedale Sulmona-Taglio nastro, proteste di associazioni per primo livello

nuovo ospedale sulmona(ANSA) – SULMONA, 4 DIC – Un taglio del nastro subissato da fischi quello che ha segnato il momento della consegna del nuovo edificio dell’ospedale dell’Annunziata, il primo ospedale antisismico d’Abruzzo. Circa 200 persone tra cui anche un gruppo di associazioni cattoliche e di sindacati e movimenti civici hanno protestato con striscioni e cartelli per chiedere la classificazione di Primo livello per l’ospedale di Sulmona, così come era classificato prima del nuovo piano sanitario regionale in vigore dal 2016.
La cerimonia di riconsegna delle chiavi, perché l’inaugurazione vera e propria si svolgerà tra circa tre mesi quando tutti i reparti e servizi verranno trasferiti dal vecchio al nuovo edificio è avvenuta questa mattina alla presenza dell’assessore regionale alla Sanità, Silvio Paolucci, del sindaco di Sulmona Annamaria Casini, accompagnata dai sindaci del comprensorio, il direttore della Asl Rinaldo Tordera e i rappresentanti delle ditte e degli istituti di credito che hanno reso possibile la realizzazione dell’opera.

Il consigliere Silla Antonio del gruppo Scanno Insieme presenta due domande di atttualita’ al Sindaco il 30 novembre us.

A39A1489-E06C-4309-BE05-DD8FCBEBCE9B Scanno, lo scorso 30 novembre il consigliere del gruppo Scanno Insieme ha formulato due domande di attualita’ che toccano due aspetti chiavi del rilancio del paese il turismo e il famoso finanziamento regionale a suo tempo revocato e riottenuto dalla Regione Abruzzo per via giudiziaria.

Sul primo aspetto e’ stato chiesto tra l’altro quali iniziative si intendono assumere per dare stabilita’ funzionale al bacino di Collerotondo. Sul secondo si e’ chiesto se i fondi sono stati concretamente restituite ovvero, in caso contrario, se siano state messe in atto le azioni per l’esecuzione della sentenza passata in giudicato.

 

Continua a leggere

Di Maio, parla il padre: «Chiedo scusa per errori commessi, mio figlio non sapeva»

5935796A-2DE2-474F-B068-819FC48AEB0B

Non si plagano le polemiche sulla vicenda Di Maio sollevata dal programma Le Iene e ripresa dal Sole 24 Ore

Tutto e’ iniziato per i presunti abusi edilizi in un terreno di proprietà a Mariglianella (Napoli), su Facebook il padre del vicepremier chiede scusa al figlio per «per gli errori commessi» e agli operai «che hanno lavorato senza contratto nella sua azienda».

Sono poi seguite le polemiche sull’utilizzo di lavoratori in nero da parte dell’impresa edile Ardima Costruzioni del padre Antonio poi passata alla madre, Paolina, nonostante sia una pubblica dipendente.

Il programma Le Iene insiste e in un servizio andato in onda nell’ultima  puntata si prospetta anche la possibilita’ di infrazioni penali (elusione di imposte).

Il dibattito politico ovviamente si e’ acceso chiedendo al vicepremier di riferire in parlamento. La sede opportuna per fare chiarezza su una vicenda     nella quale il vicepremier si rifugia al momento come al solito con un salomonico  non sapevo.

Aumenta la percentuale della differenziata e diminuisce la Tari

Consiglio comunale ad alta tensione per la discussione su Cogesa Spa, Raccolta rifiutiMariani: “Stop alla strumentalizzazione politica, massima fiducia a Margiotta”. E da febbraio bollette più leggere (ZAC7.it)

 

Lo stesso trend non pare sia  stato cropped-cropped-logo-vivere-scanno.jpgseguito nel nostro paese nonostante le significative percentuali raggiunte in brevissimo tempo nella raccolta differenziata dei rifiuti.

Un risultato reso possibile anche grazie alla determinante collaborazione di tutti i cittadini che hanno creduto nella bonta’ della scelta operata dalla precedente amministrazione. Una scelta che peraltro ha consentito di riportare a sventolare la bandiera blu sul Lago di Scanno.

Le tariffe pero’ non hanno sin qui prodotto la dovuta riduzione delle tariffe e di conseguenza non ha ripagato i cittadini con un sensibile riduzione della Tari nonostante il bilancio comunale sia tornato finalmente in buona salute.

/A25”, Anche Sulmona si unisce alla battaglia contro “caro pedaggi-sicurezza A24/A25”,

4B56684E-2EE6-4FCC-BEC4-F88149C52CA8 Sulmona si associa alla battaglia contro il caro pedaggi dell’autostrada A24/A25.

Finalmente si comincia a percepire l’importanza dei collegamenti pubblici veloci verso la Capitale.

Un modo per rilanciare l’economia abruzzese e invertire il trend di spopolamento del nostro territorio.

donne di scannoSilente ci appare invece il nostro paese su un tema che ha ormai fatto breccia altrove. Eppure l,isolamento e’  uno dei problemi piu’ forti del nostro paese.

Non sembra neanche interessato alle spinte che vengono dal basso per creare una comunita’ piu’ ampia cogliendo l’opportunita’ di ingenti finanziamenti previsti dal governo centrale per stimolare l’aggregazione di Comuni che diventano sempre piu’ piccoli e inefficienti.

 Occorrono scelte  che guardano sempre alle nuove generazioni  e non un appiattimento al facile consenso,  ottenuto  a spese della collettivita’, che fa rischiare al paese un pericoloso arroccamento (e conseguente isolamento)  rispetto al contesto che ci circonda.

Nello stesso tempo le stazioni piu’ competitive invece, con Skipass Alto Sangro, ha pronta una nuova seggiovia “Crete Rosse” a Monte Pratello. Una  infrastruttura di straordinaria potenzialità che sarà capace di trasportare 1.750 sciatori ogni ora. L’obiettivo infatti dichiarato e’ quello di alzare ulteriormente la loro competitività investendo sul rinnovamento degli impianti e sullo sviluppo dei servizi.

Scanno, tutto procede in continuita’ con la vecchia amministrazione?

donne di scanno Scanno, la stagione invernale dovrebbe partire il prossimo sabato 8 dicembre ma pare che sia una scadenza che non interessa piu’ di tanto.
Anche la gestione sembra non avere segnali di novita’ anzi.

Pare infatti che si sia una intenzionati a rimettere in moto le commissioni che, al di la’ delle buone e intenzioni, non abbia dato i frutti sperati. E’ notorio imfatti che senza le risorse economiche non ci sono iniziative che danno i frutti attesi. Ci vorrebbe che la pianificazione viaggi in sincronismo, cosa che pero’ pare non sia cosi’ per le difficolta’ di chi ha responsabilita’ a perdere sovranita’ su in punto chiave del consenso..

Tutto insomma sembra provedere in continuita’ salvo le lodevoli iniziative che vengono dempre dalla paese.  Apprendiamo che quest’anno al centro del Lago ci sara’ un grande albero di Natale. Un auspicio anche per il ritorno della Fusccolata per allietsre i turisti che, auspivhiamo tornino numerosi.

Bidogna per intando sperare in qualche regalo di BABBO NATALE.