Scanno, il commento della Piazza sul confronto dei due candidati Sindaci

cane non mangia cane

Leggiamo sulla Piazza degli esiti del confronto dei due candidati Sindaci  che  sostanzialmente ricalca quello da noi   anticipato a caldo; andiamo comunque per gradi.

Nella  parte iniziale ovviamente non poteva mancare la recensione alla tanta  vituperata  amministrazione Giammarco. Una prassi alla quale ormai ci siamo rassegnati che va avanti da mesi per non dire anni.

Dopo tale lungo preambolo  nel merito ha giudicato il confronto piatto vinto da Amedeo Fusco candidato Sindaco della lista n. 1 Scanno insieme. Bisogna dire che se lo dice la Piazza deve essere proprio vero viste le critiche quotidiane che gli riserva, Insomma il suo punto fisso.

Cosa dire al Direttore della Piazza?

Noi siamo convinti che bisogna guardare avanti., E’ noto infatti  che  acqua passata non macina più. Il paese ha bisogno di tutti. Bisogna ricostruire insieme un collante che possa far ripartire il nostro paese.

Ciò che è successo a livello nazionale deve far riflettere. Dove si sono unite forze agli antipodi pur di prendere il potere.  Il risultato di divisioni strumentali e contrapposizioni personali. Siamo al  solito principio “muoia Sansone con tutti i Filistei”.

Noi pensiamo che ciò vada evitato nel nostro paese. Pertanto fatto prima continueremo a lavorare   durante e dopo le elezioni per ricreare le condizioni di una larga e coesa   partecipazione alla vita del paese partendo dalle cose che uniscono e  aprendo un confronto di merito sul resto. Confronto franco e trasparente  da fare con doverosa onestà intellettuale. Si può aiutare il paese anche ricostruendo una forza democratica capace di interpretare il presente.

E’ giunto insomma il momento si sotterrare l’ascia di guerra  e lavorare insieme per un prospero futuro del nostro paese che deve essere la bussola di chi guida il paese.

Il commento della Piazza

Corse Sulmona-Roma: sindaco di Pratola lancia l’allarme su rischio tagli

6FCA55E4-C247-42EE-93DE-1A0EA3ABEFBA– Il taglio di corse da e per Roma appare davvero dannoso per l’intero territorio del Centro Abruzzo che sarebbe nuovamente umiliato da decisioni scellerate e dal vuoto della politica locale che non sa tutelare gli interessi della comunità.

Si continuano ad assumere iniziative estemporanee senza che sia data una soluzione definitiva al servizio pubblico su gomma del nostro territorio. Crediamo che vada affrontato il problema rivedendo il sistema in modo integrato e soprattutto guardando alle zone piu’ penalizzate tra le quali vi e’ certamente la nostra Valle del Sagittario.

Forse sotto questo aspetto vanno condivisi una volta per tutte i nodi di snodo dei collegamenti verso roma. Non e’ infatti accettabile che la nostra Valle per andare a Roma deve fare circa 50 chilometri in piu’ sui 150 di percorrenza (un terzo in piu’) con conseguenti aggravi di tempi e costi per gli utenti.

Restiamo convinti che su questo la nostra politica locale dovrebbe farsi sentire per i forti ritorni economici che porterebbe ai paese del Sagittario.

La nuova stagione per le Pro loco in Abruzzo

7AA0BE0F-81D2-4730-B80A-128B6EDCB9DDNei giorni scorsi il Presidente della Regione ha promulgato la legge regionale n.9/2018 che fissa nuove norme per la promozione ed il sostegno a queste Associazioni. Una rivoluzione destinata ad introdurre una serie di innovazioni che esaltano il ruolo e valorizzano delle diverse attività che vengono programmate nel corso dell’anno e rappresentano un polmone inesauribile per i territori,soprattutto quelli piccoli, che possono ora investire con maggiore convinzione sulla valorizzazie degli aspetti culturali,turistici e soprattutto identitari spesso di straordinaria bellezza.

Le principali modifiche rispetto alla precedente disciplina sono riassumibili in quattro punti: introduzione dell’Albo unico regionale delle Associazioni Pro Loco della regione Abruzzo e nuove modalità di registrazione con l’aggiornamento del database unico prima tenuto dalle provincie; la possibilità di gestione di centri naturalistici, culturali, storici o rifugi, ostelli aeree di sosta camper ecc.; una maggiore armonizzazione dell’attività delle Pro Loco con l’attività di programmazione della Regione Abruzzo e dei soggetti riconosciuti nella governace regionale e la messa a sistema in particolare nel settore di informazione e accoglienza turistica; aggiornamento in materia di incentivi e contributi.

Si va verso una nuova stagione? Vedremo!

 

Scanno, ultimo giorno della campagna elettorale poi il voto

logo_gif Scanno, le liste si apprestano a tirare le conclusioni  e mettere in atto le strategie per convincere gli elettori indecisi ovvero i tanti che sembrano orientati a restare a casa.

Sono infatti in tanti che sono rimasti fuori per veti  che hanno di fatto  operato delle ingiustificate discriminazioni  ad personam. Siamo infatti convinti che il nostro paese  ce la puo’ fare se si va avanti tutti insieme. Divisioni sulle cose da fare ovviamente si, discriminazioni personali -che peraltro tolgono solo  utili energie alla realizzazione di progetti condivisi per rispondere ai bisogni del paese- assolutamente no.

Siamo infatti sempre piu’ convinti che alla base di un impegno pubblico vadano messi, prima degli spiccioli interessi di parte, i bisogni collettivi se vogliamo che Scanno sia veramente di tutti.

Saranno pure riflessioni di altri tempi ma riteniamo che per il bene del paese al pragmatismo vada anteposto altro.

Scanno si e’ svolto oggi il confronto tra i due candidati a Siindaco. Il dibattito e’ stato moderato da Massimiliano Lavillotti.

donne di scanno

Scanno si e’ svolto oggi il confronto tra i due candidati a Siindaco. Il dibattito e’ stato moderato da Massimiliano Lavillotti.

I primi commenti dei partecipanti al dibattito ci riferiscono di un Amedeo Fusco pacato ma deciso e di un Giovanni Mastroggiovanni un po’ teso. Non ci sono state polemiche tra i due candidati.

Ricordiamo che Amedeo Fusco e’ stato presidente del consiglio della Amministrazione uscente guidata da Pietro Spacone che ha riportato il bilancio comunale in equilibrio dando oggi la possibilita’ di guardare al futuro con ottimismo.

Giovanni Mastroggiovanni invece si e’ fatto carico nei mesi scorsi di ricercare una ampia coalizione tra le diverse anime presenti nel paese, obiettivo che a vedere la squadra -composta in prevalenza di operatori economici-  non sembra essere perseguito.

Due percorsi quindi completamente diversi.

Approvato il Rendiconto di gestione per l’anno 2017 – Conclusa la lunga fase di risanamento del bilancio comunale

Chiusa la fase di risanamento. Il bilancio torna in bonus

 Una notizia che non può che far piacere a tutti. I sacrifici  dei cittadini non sono stati vani. Bisogna dire che solo qualche  anno fa sembrava un obiettivo irraggiungibile tanto che gli operatori economici sfiduciati sembravano .rassegnati al peggio.

Oggi finalmente con il riequilibrio di bilancio raggiunti tutti possono guardare al futuro con rinnovata fiducia e con più ottimismo.

Crediamo pertanto che sia giunta l’ora di limitare le chiacchiere e  fare ciò che occorre per riportare il paese ai posti che merita.

^^^

logo_gifSCANNO – Nella sua ultima riunione celebrata alle ore 18.00 del 4 giugno 2018, prima delle elezioni del prossimo 10 giugno per il rinnovo dell’Assise consiliare e per l’elezione del nuovo Sindaco, il Consiglio Comunale di Scanno ha approvato il rendiconto di gestione per l’esercizio finanziario 2017.   Erano presenti i soli consiglieri di maggioranza.
L’approvazione del rendiconto ha segnato la fine di un periodo critico per la situazione economico-finanziaria del Comune di Scanno, che ha portato l’Ente agli inizi dell’anno 2013 ad un passo dal dissesto finanziario.Il Sindaco, Pietro Spacone, che lascia il suo incarico, dopo cinque anni di intenso lavoro giornaliero, ha dichiarato: “Questa precaria e difficile situazione, l’assenza sia del Segretario comunale che del Responsabile del Servizio Finanziario, ha creato non poche difficoltà e criticità nella gestione e nel funzionamento del servizio Non si può sottacere, inoltre, che l’organizzazione degli uffici sconta, ormai, una patologica e costante riduzione del personale e, soprattutto, la mancanza di professionalità adeguate in grado di coprire le responsabilità dei vari servizi. Ciò ha determinato e determina una struttura amministrativa che, nonostante l’impegno e la collaborazione profusa da tutti i soggetti in causa, non sempre riesce ad operare in maniera pienamente efficiente ed efficace. Dopo un lavoro impegnativo, durato mesi, finalmente oggi abbiamo una fotografia reale, veritiera di quella che è la situazione contabile e finanziaria del nostro Ente”.
I nuovi amministratori – ha aggiunto il Sindaco Spacone – potranno finalmente guardare avanti e realizzare quella importante programmazione, condivisa ed indispensabile per rilanciare turisticamente il nostro paese, che in questi anni è stata realizzata anche grazie all’apporto costruttivo di semplici cittadini che per amore del proprio paese hanno messo a disposizione, disinteressatamente, della collettività scannese la propria competenza e la propria professionalità.  Oggi, i dati che emergono dall’approvazione della gestione 2017 e dal Piano di rientro dal disavanzo sono confortanti”.
Comunicato stampa 04-06-2018.pdf 743

Usi Civici. Solo lo Stato può decidere di “liquidare” gli usi civici. Per la Corte Costituzionale la materia non rientra tra le competenze della Regione

Scanno logoLa Regione non può emanare norme derogatorie di quelle statali (legge 16 giugno 1927 n.1766 e Regolamento approvato con R.D. 26 febbraio 1928 n.332) che introducano nuove ipotesi di liquidazione degli usi civici non previste dalla normativa statale: questo per garantire l’interesse della collettività alla conservazione degli usi civici e alla salvaguardia dell’ambiente e del paesaggio. È il principio che si desume dalla sentenza della Corte Costituzionale 113/2018 del 31 maggio 2018.
Il Comune di Scanno, con la nota n. 2493 del 16 maggio 2018, a firma del Sindaco di Scanno, Pietro Spacone, e del Responsabile dell’Area Tecnica, diretta alla Regione Abruzzo – Ufficio Usi Civici ed al Commissariato per il Riordino degli Usi Civici in Abruzzo, ha chiesto la revisione del “Progetto di sistemazione e verificazione dei terreni demaniali del territorio comunale” redatto dal geom. Marcello Accili e pubblicato nell’anno 2009.
Le criticità e le incongruenze del Progetto Accili sono state riscontrate dal Comune alla luce della presenza nell’Archivio Comunale della documentazione storico-giuridica probatoria, disattesa non soltanto dal geom. Accili, ma anche dai precedenti Periti Demaniali (quali il geom. Sidoni), sull’esistenza degli usi civici soltanto in alcune e ben delimitate zone del territorio comunale, tanto da rendere il Piano inattendibile e fortemente penalizzante per i cittadini di Scanno.

Allegati:  Comunicato stampa Usi Civici.pdf

Abruzzo, le priorità sono la Banda larga e strade sicure

banda larga logoScanno. le strade sicure e la banda larga sono previste tra le cose prioritarie da fare nella nostra regione. E’ notizia di questi giorni che su tutta la provincia de L’Aquila vi sono lavori in corso per realizzare la rete Internet ultra veloce.

In tale ambito viene contemplato pure  un utilizzo di spesa pari a 11 milioni di euro da impiegare nella sistemazione delle strade provinciali. E’ stata infatti rilevata la necessità di garantire la sicurezza attuando quelle opere sul corpo stradale per eliminare situazioni di pericolo agli utenti.

Riteniamo pertanto che ciò potrà portare benefici anche nel nostro paese che sappiamo è da anni finito in un ingiustificato isolamento e che pertanto avrebbe ingenti benefici dal miglioramento della viabilità e dal potenziamento delle reti internet.

 

Scanno, verso le elezioni- Ultimi giorni di campagna elettorale poi il voto-

donne di scannoScanno verso il rinnovo dell’Amministrazione comunale con una campagna elettorale all’insegna della continuità !

Due liste a confronto:

  1. – la  n. 1 con candidato Sindaco Amedeo Fusco che  guida una squadra dove vengono coniugate esperienza  amministrativa e rinnovamento;

    -la n. 2 con candidato Sindaco Giovanni Mastrogiovanni che  guida una squadra di rinnovamento con forte rappresentanza di operatori economici.

     Si auspica ovviamente che si possa mettere a frutto la ripartenza economica generale che sembra ormai in arrivo.