EUSTACHIO GENTILE INTERVIENE SULLE DIMISSIONI COMMISSARIO STRAORDINARIO C.MONTANA ALTO SANGRO

Il Commissario della Comunità Montana Peligna, Eustachio Gentile, esprime sul centroabruzzonew solidarietà al dimissionario Commissario della Comunità Montana Alto Sangro Andrea Liberatore.

centroabruzzonews

^^^

E’ noto che da anni i governi cercano di semplificare la filiera decisionale della pubblica amministrazione incontrando resistenze da più parti.

Resistenze messe in luce anche dai Commissari di Enti che spesso impiegano lustri a liquidarli in attesa che vi sia qualche ripensamento.

Il risultato ovviamente è quello di avere enti inefficienti che però continuano a pesare sulle tasche dei cittadini. Un esempio per tutti il CNEL, ritenuto da tutti inutile che, dopo il risultato del referendum costituzionale ha ricominciato a “battere cassa” nella assoluta indifferenza delle forze politiche che hanno sostenuto le ragioni del “NO”.

La storia è sempre la stessa tutti vogliono chiudere le cose degli altri ma mai quelle su cui hanno dei ritorni.

 

Abruzzo, il governo stanzia i fondi per la manutenzione dell’autostrada A247A25

A24 inePositiva notizia dalla stampa locale.  La Strada dei Parchi spa, concessionaria delle autostrade A24 e A25 che collegano l’Abruzzo a Roma, avrà dal parlamento le risorse necessarie per gli interventi per la messa in sicurezza di viadotti, gallerie e ulteriori opere.

Sarebbe infatti presentato  un emendamento dal Governo alla Commissione Bilancio della Camera sul decreto riguardante la cosiddetta manovrina economica che consentirebbe, con una articolata azione di bilancio,  di ottenere risorse (circa 111.720.00 euro) da destinare alla messa in sicurezza della infrastruttura.

Spacone: «A Scanno risanati i conti in rosso»

imageScanno. A fare l’affermazione è il Sindaco di Scanno intervendo sul “Centro”. Come era prevedibile l’intervista ha riacceso il dibattito  sulla reale situazione economica del paese ovvero sul corretto funzionamento dell’economia reale che invece mostrerebbe sofferenza anche  per il pesante piano di riequilibrio triennale messo in atto dall’amministrazione.

Un dibattito che ovviamente non risolve i problemi del paese,  ormai da più parti si chiede di rilanciare il turismo e tutte le attività produttive indotte che gli gravitano intorno.

Infatti non si riesce a comprendere quale disegno di sviluppo si vuole mettere in atto per rimettere in moto l’economia ma soprattutto cosa si vuole fare per rimettere in funzione le infrastrutture turistiche e sociali esistenti nel nostro paese che per un motivo o un altro non sono utilizzabili.

In particolare  non si comprende come non sia stato messo in atto un piano di sviluppo turistico di cui pure si è  tanto parlato ma che poi in concreto non ha avuto mai luce.

Ora finalmente si parla di conti in ordine e quindi della possibilità di investire.  per cui pensiamo che vadano attivate iniziative destinate alla promozione turistica  prevedendo “grandi eventi” avendo a riferimento alla “vecchia settimasa scannese” che ha aiutato tanto il paese a diventare grande.

Una seconda iniziativa certamente è dare un taglio netto alle tasse per creare una “sorta di paradiso fiscale” per aiutare il ripopolamento del paese da una parte aprendo le porte ai tanti scannesi sparsi in più parti e  ai “cittadini” che, in virtù anche dell’avvento del “telelavoro”,  vorranno cambiare la residenza per migliorare la qualità della vita in alternativa alle grandi metropoli.

Il problema quindi non è quello di non alzare le tasse ma di dargli un taglio.

Continua a leggere