Scanno, verso le elezioni di maggio. Tanta partecipazione poca aggregazione!!!

donne di scannoScanno, iniziate le attività’ di preparazione delle liste elettorali.

Da una prima analisi sembrano emergere i soliti vizi. Personalistici, con la proliferazione di liste che non fanno altro che frammentare un paese già lacerato da lotte intestine.

Noi siamo convinti che non non promette bene ma che avrà il solito risultato quello di impedire un reale cambiamento del paeße.  Sarebbe infatti ora di dare delle concrete risposte ai citradini e avviare una fase di rinascimento dove le nuove generazioni dovrebbero dare un contributo determinante.

Riteniamo   un fatto grave non aprire un confronto a 360 gradi su quale paese vogliamo nei prossimi decenni.

Scanno, restaurazione o rinnovamento questo è il dilemma!

1 Donne di scannoScanno, cominciate le manovre elettorali e con esse le anticipazioni (si fa per dire) degli scenari in campo  diffusi nella stampa locale.

Una rappresentazione che, a vedere la fonte, ha tanto il sapore di una restaurazione dei vecchi poteri.

E il paese? Pare che non sia proprio al centro dei pensieri anzi. Dopo circa dieci anni di recessione l’economia nazionale stia ripartendo con forza ma non pare  che siano  messe in campo idee per cogliere una tale grande opportunità.  Si continua con al solito  si continua a cavalcare i personalismi  creando comitati (,,.!?) di occasione su temi che possiamo considerare acqua calda utili solo a lacerare un paese  che avrebbe bisogno di ben altro.

Prima di tutto un passo indietro da parte di chi ha portato il paese allo stato attuale, un gesto di responsabilità che consentirebbe di far crescere una nuova classe dirigente di c’è tanto bisogno. Un concreto basta pertanto ad un modo di  fare che negli anni  ha fatto tanto male al paese e alle casse comunali.

Il paese infatti  ha bisogno di “una guida” coesa e duratura  ovvero di una squadra di governo che sia un mix di persone e generazioni dove siano rapprentate le diverse competenze necessarie unite da unico ed esclusivo interesse “il bene del nostro paese”.

Scanno di questo ha bisogno.

 

Scanno, l’amministrazione concede un contributo di 10 mila euro al premio Scanno!

imageNon sembra infatti essere intaccato dal tempo trascorso.La giunta comunale concede  il  contributo  di 10 mila euro per la manifestazione culturale “premio Scanno” svoltosi nel settembre scorso.  Un segno  importante  di riconoscimento dell’importanza che l’evento assume per la nostra comunità. Un evento che che costituisce un punto fermo  per il nostro paese.

Sciolte le camere, inizia ufficialmente la campagna elettorale. A Scanno previsto il rinnovo del Consiglio comunale!

Dopo un anno di governo Gentiloni caratterizzato da poche parole ma con diverse riforme che hanno dato il via alla ripresa del paese, si chiude in maniera ordinata la diciassettesima legislatura della repubblica. Diversi peraltro gli appelli ad un prolungamento di qualche settimana per approvare anche la riforma della cittadinanza volta ad una maggiore integrazione tra le diverse culture presenti nel nostro paese.
imagePreso atto della mancanza in parla memento dei numeri necessari, il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha firmato il decreto per lo scioglimento delle Camere, che formalmente mette fine alla XVII legislatura.

Parte di conseguenza anche la campagna elettorale nel nostro paese. Diversi i gruppi a lavoro per elaborare le liste. Al momento la situazione la possiamo così’ riassumere. Da una parte le cosiddette “vecchie glorie”  che cercano di unire le residue forze per preservare qualche rendita di posizione dall’altra diversi gruppi che voglio un ricambio generazionale e non solo che cercano di trovare una convergenza sulle cose da fare (tante) per riportare il paese nelle posizioni occupate nel passato.

Auspichiamo che tale convergenza tra le forze del cambiamento sia raggiunta in modo da scongiurare che le divisioni possano ancora una volta favorire chi  punta sempre  sul vecchio detto “divide et impera”.

E’ ora infatti di pensare al paese  e basta!!!

Scanno, mi spiace………. che non si riesca a cogliere la spinta propositiva presente nel nostro paese!!

cropped-cropped-logo-vivere-scanno.jpgSulla Foce abbiamo letto un intervento dal titolo  “Mi spiace…” che la dice lunga sulla situazione scannese.

Un articolo che crediamo debba far riflettere in quanto mette in risalto “i problemi” che attanagliano il nostro paese e soprattutto sottolinea gli ostacoli che deve superare un comune mortale che vuole contribuire alla rinascita del paese.

Abbiamo atteso a fare alcune considerazioni per verificare quali reazioni vi sarebbero state ad  un appello fatto, crediamo,  con il cuore e che avrebbe dovuto far riflettere su come mettere a frutto le grandi risorse che il paese.

Un invito alla riflessione a 360° indirizzato a tutti ed in particolare ai portatori di interessi : produttori, imprenditori,  associazioni e forze giovanili…  Un appello che quindi  ha in se non solo aspetti prettamente “economici” ma soprattutto quello di valorizzare “nel mondo” l’immagine del nostro paese.

Un’immagine che in passato è stata valorizzata puntando sul “costume vestito dalle donne scannesi” che è stata da sempre ampiamente utilizzata per rappresentare l’abruzzo intero nel mondo.  Fatto che assume oggi maggior valore  visto il contesto turistico divenuto sempre più competitivo e che pertanto chiede  una forte caratterizzazione per attrarre i ruristi.

Spiace ovviamente registrare l’indifferenza su una tematica che ritemiamo la tematica centrale da risolvere insomma puntare sulla nostra caratteristica primaria che sintetizza le nostre radici !!

Continua a leggere

Buon Natale

UNA BELLISSIMA NOTIZIA!
FINANZIATA DALLO STATO LA NUOVA SCUOLA DI SCANNO.

È ufficiale, il CIPE, nella seduta tenutasi ieri 22 dicembre, ha approvato il Programma Pluriennale MIUR di Edilizia scolastica relativo agli interventi per gli anni 2018 – 2019 – 2020.
A SCANNO sono state assegnate, per la realizzazione del nuovo edificio scolastico, risorse per euro 1.837.866,00 di cui euro 344.000,00 già nella disponibilità del Comune.
Un risultato importantissimo per la nostra comunità. Finalmente i nostri ragazzi avranno una scuola nuova, sicura a livello sismico e innovativa.
Una nuova scuola da pensare, progettare e realizzare in modo partecipato, con gli alunni, i genitori e gli insegnanti e con il contributo di tutti.
Un risultato che premia il lavoro svolto dall’attuale Amministrazione e dai Tecnici incaricati.