Abruzzo… INTESA REGIONE ANCI ABRUZZO

loadImagIG.jpgL’Aquila, 11 giu. – Comuni abruzzesi e Regione lavoreranno insieme per creare le condizioni politiche e amministrative di una collaborazione che aiuti lo sviluppo dei territori. È la finalità principale del protocollo d’intesa che questa mattina è stato sottoscritto dal presidente della Regione, Gianni Chiodi, e dal responsabile dell’Anci Abruzzo, Antonio Centi. L’accordo di fatto dà la possibilità ai comuni abruzzesi di non trovarsi soli nell’avviare progetti di sviluppo e di concordare con la Regione stessa le azioni politiche e amministrative migliori e più congegnali per la riuscita del progetto. “L’azione degli enti locali deve uscire dagli ambiti localistici e approdare invece a forme estese di collaborazione”, ha sottolineato il presidente della Regione. “Con questo voglio dire che se qualche comune intende avviare e portare avanti progetti di sviluppo, deve tener conto ancora di più che Regione e Anci offriranno il necessario supporto in virtù di questo protocollo”. “Per questo – ha aggiunto Chiodi – quando l’Anci Abruzzo ha proposta alla Giunta questa forma estesa e penetrante di collaborazione, come governo regionale non abbiamo avuto alcuna esitazione. Questo protocollo conferma poi lo spirito dell’Anci Abruzzo che nei confronti della Regione si è sempre posto in posizione di fattiva interlocuzione anziché come controparte”. Il protocollo d’intesa, secondo Centi e Chiodi, “aiuterà la crescita dei comuni e la loro capacità progettutale” e sarà di supporto “ai quei comuni dell’area del cratere quando si passerà dalla straordinarietà amministrativa del momento all’ordinarietà post-terremoto”. “In quel caso – avverte Centi – i comuni, soprattutto quello piccoli, avranno bisogno del necessario supporto, dopo che saranno terminati gli strumenti amministrativi straordinari”. Il presidente della Regione ha poi annunciato che sono allo studio e alla valutazione della Giunta altre forme di collaborazione con l’Anci Abruzzo sempre in tema di governance degli enti locali, che potrebbero materializzarsi già prima dell’estate. (REGFLASH) IAV 100611 Nella foto: la firma del protocollo in Regione

SCANNO …PUBBLICATO IL BANDO COLLE ROTONDO

nuovo logo quadrifoglio.JPGPubblicato il bando per “concessione di pubblico serivizio” regolato dall’articolo 30 del codice degli appalti.

Un articolo che da la più ampia discrezionalità nella scelta nel rispetto di principi generali del codice; l’unico articolo del codice è quello che prevede la richiesta preventiva al gestore di un piano economico-finanziario che mostri lo sviluppo dell’attività nell’arco del periodo di validità del contratto. Requisito non previsto valutato??!……………

Una scelta autonoma della struttura?  Una discontinuità con la gestione in corso? molti gli interrogativi insoluti.

Il consiglio comunale competente in materia di concessioni che dato mandato alla struttura un affidamento quinquennale a Lallini” non è stato coinvolto …

Il bacino di collerotondo … una storia infinita..


 


 

TURISMO VERSO UN PIANO DI SVILUPPO TURISTICO?

TURISMO: DI DALMAZIO, PRESTO VARO PIANO SVILUPPO TURISTICO

ALTIPIANI MAGGIORI, INIZIATIVA IN LINEA CON PIANO REGIONALE (REGFLASH)Pescara,9 giu. “Ben vengano le iniziative rappresentate in una logica unitaria, che fa leva su un turismo di qualità ed esperienziale, soprattutto se è difficile essere concorrenziali sui prezzi e sulle innumerevoli destinaizoni che vengano proposte”. Lo ha commentato l’assessore al Turismo, Mauro Di Dalmazio, intervenendo alla presentazione del logo e del piano marketing degli “Altipiani maggiori d’Abruzzo:Roccaraso,Pescocostanzo,Rivisondoli e Rocca Pia”. Di Dalmazio ha aggiunto che la crisi internazionale “impone una governance del territorio stringente, che superi la rarefazione delle idee e le dannose logiche di campanile per puntare alla individuazione delle aree omogenee e delle loro specificità”. Secondo l’Assessore l’iniziativa dei quattro comuni “è in linea con le previsioni del piano di sviluppo turistico della Regione Abruzzo che sta per essere varato ufficialmente.In questo senso – ha concluso Di Dalmazio -uniformarsi vuol dire anche impegnarsi ad affrontare con strumenti adeguati la grave crisi economica che, attraversando tutti i paesi europei, finisce per ripercuotersi anche sul nostro mercato turistico”. (REGFLASH) AT/10/06/09

 

SCANNO…CONSIGLIO COMUNALE

viverescannologo.JPGBilancio di previsione 2010-2012 SENZA proposte di sviluppo  per il paese… solo una parte della MAGGIORANZA  lo ha VOTATO.

LA MAGGIORANZA USCITA DELLE URNE non c’è più. E’ grave la perseveranza su una politica  dell’oggi per domani  e con una programmazione di lavori pubblici FERMA E INCURANTE  DELLE REGOLE DI TRASPARENZA ED ECONOMICITA’ PREVISTE  DALLA NORMATIVA DI SETTORE…

NESSUNA ATTENZIONE PRESTATA AI FINANZIAMENTI POSSIBILI IN ABRUZZO…  ALLA PROGETTUALITA’  DEI LAVORI PUBBLICI FERMI …

IL BACINO DI COLLEROTONDO E’ INSTABILE CON TANTE INCERTEZZE SUI COSTI  SOSTENUTI E DA PAGARE…  IL BILANCIO E’ SOFFERENTE PER I RISCHI DOVUTI AI CONTENZIOSI APERTI  (Amodei già costato 96 mila euro e molti di più potrebbe derivare dalle sentenze, Spinosa, Scuola, …)  E ALLE PENDENZE  IN CORSO (Battipista, Rifiuti solidi urbani, Parcheggio coperto, …)

AUSPICHIAMO CHE, nell’interesse generale,  NEI  CONSIGLIERI DI MAGGIORANZA PREVALGA  IL SENSO DI RESPONSABILITA’ e pongano  fine ad una Amministrazione che  del “TIRARE A CAMPARE”  fa il  SUO STILE di  GOVERNO…

VA COSTRUITA PRESTO  UNA PROGETTAZIONE CONDIVISA  con il PAESE e  invertita la rotta per avviare  LA RINASCITA DI SCANNO…

ABRUZZO, PROROGA SOSPENSIONE TRIBUTI?

TERREMOTO CHIODI A ROMA SU QUESTIONE TASSE

L’Aquila, 31 mag. – Verrà presentato domani al governo il pacchetto di cinque proposte sulla ripresa economica dei territori colpiti dal sisma. Lo ha annunciato il presidente della Regione, Gianni Chiodi, che domani sarà a Roma dove incontrerà esponenti del governo nazionale. Il Presidente si farà portavoce di quanto deciso al termine della seduta del Consiglio comunale dell’Aquila la scorsa settimana e dal comitato per le attività produttive che si è costituito all’indomani della riunione consiliare. Nel corso dell’incontro con il governo, il presidente Chiodi riproporrà la questione legata alla proroga della sospensione del pagamento dei tributi dopo il 30 giugno nell’area del cratere. L’incontro servirà inoltre per comprendere meglio la natura della decisione, inserita nella manovra economica licenziata dal governo, di prorogare al 31 dicembre 2010 la sospensione del pagamento dei tributi per i lavoratori autonomi con un fatturato complessivo al di sotto dei 200 mila euro.

ABRUZZO… CONFERMATO IL RUOLO DI COORDINAMENTO AL TURISMO

L’Abruzzo confermato a capo del coordinamento nazionale degli assessori al Turismo all’interno della Conferenza delle Regioni.

Una conferma che da un lato certifica il buon lavoro svolto dalla Regione negli ultimi anni e dall’altro il peso politico che la stessa Regione Abruzzo avrà nei prossimi anni nella Conferenza. “La conferma del coordinamento turismo non era affatto scontata – ha commentato l’assessore Mauro Di Dalmazio dopo la comunicazione da parte del Presidente Gianni Chiodi -. Un riconoscimento, probabilmente, per il lavoro di raccordo portato avanti con tutte le regioni. E questo ci carica per il futuro di ulteriori responsabilità in un momento importante di svolta per la governance del turismo”. La conferma del coordinamento Turismo, in una materia che è il caso di ricordare è di esclusiva competenza delle Regioni, non è un processo di automatismo, ma ha richiesto un’analisi dei risultati. Su tutti spicca il delicato lavoro portato avanti, in sede di coordinamento, nell’ultimo anno sullo sblocco dei fondi della Finanziaria 2007. Risorse per il 120 milioni di euro che sono state messe a disposizione di tutte le regioni e del Dipartimento nazionale del Turismo per finanziare progetti di eccellenza. “Per il prossimo quinquennio – ha assicurato il coordinatore Di Dalmazio – la linea di condotta sarà la stessa: massima intesa con le regioni, collegialità nelle decisioni, confronto aperto con il governo e il ministro del Turismo su tutti i temi legati allo sviluppo del comparto”. “Sul fronte interno – ha concluso Di Dalmazio – la responsabilità del coordinamento sarà occasione di maggiore visibilità dell’Abruzzo in un momento di necessario rilancio delle potenzialità turistiche della regione”. La Conferenza delle Regione ha inoltre riconosciuto alla Regione Abruzzo la funzione di vicario nel coordinamento delle Politiche sociali.

 

CHIODI … INDISPENSABILE COINVOLGIMENTO DI TUTTI ALLA RICOSTRUZIONE DELL’ABRUZZO …

L’AUGURIO DEL PRESIDENTE PER L’INSEDIAMENTO DELLA IURATO (REGFLASH)- L’Aquila, 26 mag. Il Presidente della Giunta Regionale, Gianni Chiodi, nel salutare il neo Prefetto di L’Aquila, Giovanna Maria Iurato, in occasione del suo insediamento, le esprime le più sincere congratulazioni e l’augurio di buon lavoro nella consapevolezza della rilevanza e delicatezza del suo incarico, rilevanza accresciuta alla luce di quanto accaduto lo scorso anno nel mese di Aprile a L’Aquila. Il Presidente della Regione, inoltre, evidenzia la sua piena condivisione su quanto dichiarato dal Prefetto all’atto del suo insediamento in merito alla necessità che, per sostenere il processo di ricostruzione, sia indispensabile il coinvolgimento di tutte le componenti istituzionali e del corpo sociale.

AUTORITA’ LAVORI PUBBLICI… CHIEDE PIU’ CONTROLLI

APPALTI PUBBLICI – AUTORITA’: CONTROLLI SOSTANZIALI SULLE CONCESSIONI…

21 aprile 2010Lavori pubblici

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 79 del 6 Aprile scorso è stata pubblicata la determinazione n.2/2010 dell’Autorità di Vigilanza sui Contratti pubblici contenente chiarimenti sulla disciplina in materia di concessioni.

L’Organismo di Vigilanza precisa che nelle concessioni di lavori pubblici affidate a soggetti privati non si applicano le norme sulla contabilità pubblica, ma il contratto può imporre modalità di rendicontazione e contabilizzazione al fine di esercitare vigilanza e controllo da parte del concedente. Il collaudatore viene nominato dal concedente, ma il suo costo può essere posto a carico del concessionario; il direttore dei lavori e l’addetto alla sicurezza vengono altresì nominati dal concessionario ma con possibile gradimento del concedente.

Nella determinazione dell’ Autorità (relatore Alessandro Botto) si evidenzia che: “è necessario passare da un piano di controlli oggi solo formali a verifiche sostanziali, per accertare che l’opera sia effettivamente consegnata in tempi e costi certi” inoltre “il concessionario, che non è amministrazione aggiudicatrice, non è tenuto ad applicare le norme del Regolamento sulla contabilità dei lavori pubblici ma deve comunque controllare ed, in particolare: “… avere certezza del relativo valore quale indice di congruità della tariffa posta a carico dell’utenza, nonché di efficiente gestione e manutenzione da parte del concessionario.”

La concessione costituisce una modalità di affidamento certamente in evoluzione, comprensiva anche della finanza di progetto, anche per la carenza di risorse da parte della Pubblica Amministrazione.

L’Autorità ritiene, anche in considerazione della crescita di tale strumento, che occorra verificare con attenzione i rapporti tra pubblico e privato. E’ indispensabile, al riguardo, nominare un responsabile del procedimento con le competenze tecniche necessarie per seguire i lavori. Infine il contratto, sottolinea l’Autorità, “deve prevedere sanzioni per il mancato rispetto degli standard progettuali e tecnici e le modalità di approvazioni delle varianti“.

SCANNO … CONVOCATO IL CONSIGLIO PER IL 28 pv

logo vivere scanno.jpgCONVOCATO IL CONSIGLIO PER APPROVARE IL BILANCIO DI PREVISIONE 2010… 

Nonostante le puntuali ed esplicite “obiezioni” formulate dal nostro gruppo nel precedente consiglio la GIUNTA ancora non ha “adottato”  il TRIENNALE 2010-2012 provvedimento necessario per la sua PUBBLICAZIONE e per la sua “approvazione in consiglio” unitamente al bilancio di cui è allegato INTEGRANTE E SOSTANZIALE…

Inaudito “negare trasparenza” in un SETTORE (i lavori pubblici)  così DELICATO per i rapporti economici regolati “DALLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE” con “l’IMPRENDITORIA PRIVATA”.

NE SONO PROVA LE NOTIZIE CHE HANNO RIPORTATO ALLA RIBALTA NAZIONALE …  i pericolosi intrecci tra AFFARI PRIVATI E INTERESSI PUBBLICI…

Auspichiamo che si ponga IMMEDIATAMENTE RIMEDIO…