VIVERE IL PARCO…Dal Parco nazionale un catalogo per promuovere gli enti locali

 

E’ diviso in sezioni dove si possono trovare l’attività ricreativa, la passeggiata, il trekking, il Centro di visita che più interessa visitare.

Pescasseroli (Aq) – Anche per quest’estate 2012 il Parco ha pubblicato un apposito Catalogo sulle attività che gli operatori turistici del territorio organizzano per far conoscere, a turisti e visitatori, le bellezze dell’area protetta. “Incontra. La natura del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise” raccoglie l’offerta di qualità delle piccole e piccolissime imprese presenti sul territorio, un patrimonio molto ricco di idee originali, di passione personale e di creatività.

«Operatori della natura, della cultura, dell’arte e delle tradizioni -sottolineano i responsabili del Parco – operatori di un turismo diverso, diretta espressione del territorio per i quali, il legame con il Parco è strategico per l’offerta di prodotti e servizi. Un’ offerta anche di valori: valori materiali, come musei e centri visita, aree attrezzate, sentieristica adeguata, centri storici caratteristici e ben conservati, strutture ricettive e di ristorazione, produzioni tipiche locali; valori immateriali come la tradizione, la storia, la nostalgia, l’armonia, il legame con il territorio. E il valore, inestimabile, della natura protetta. Insomma, una offerta con il Marchio Parco».

Il Catalogo è diviso in sezioni, ognuna caratterizzata da un colore, dove tutti, il visitatore, l’escursionista, la famiglia, possono trovare, in modo facile e immediato, l’attività ricreativa, la passeggiata, il trekking che più aggrada loro fare, il Centro di visita che più interessa visitare. Il Catalogo è distribuito gratuitamente nei Centri di visita del Parco, negli uffici turistici e nelle sedi degli operatori turistici dell’area protetta.

 

FONTE: il capoluogo.it

VIVERE IL PARCO…Dal Parco nazionale un catalogo per promuovere gli enti localiultima modifica: 2012-07-30T18:55:00+00:00da vivrescanno
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento