Terremoto nel Pd: si dimette Iannamorelli

Fonte: www.ZAC7.it

Equilibri instabili per l’amministrazione Ranalli ancor prima di presentare la giunta. Antonio Iannamorelli lascia il Pd dopo l’ingerenza dimasciana nella scelta dei papabili assessori



L’effetto Di Masci non ha tardato a produrre i suoi effetti: Antonio Iannamorelli, personaggio storico del Pd, costituente nazionale del partito eletto con 2.212 voti nella lista Veltroni, già vice responsabile nazionale agli enti locali dei Democrat, si è dimesso questa notte dal partito.
La decisione è arrivata a seguito della tesa riunione tenutasi ieri sera nella sede di corso Ovidio, dove i dimasciani hanno fatto e disfatto le carte per la giunta che dovrà affiancare il neo sindaco Peppino Ranalli, proponendo una rosa di nomi che non ha tenuto in alcun conto le legittime aspirazioni del gruppo di Iannamorelli. “Le vicende di questi giorni non necessitano di ulteriori motivazioni” è stato il suo laconico messaggio al segretario Roberto Spinosa e alla dirigenza, ma c’è da giurare che motivazioni e commenti non mancheranno a questa clamorosa perdita per il Pd, già decimato di importanti pezzi.
Per il neo sindaco Peppino Ranalli una rogna non da poco, visto che Iannamorelli può contare in consiglio comunale su almeno due suoi fedelissimi (Maria Ciampaglione, eletta nel Pd e Alessandro Pantaleo eletto con la lista ispirata da Iannamorelli, Certo che partecipo). Gli equilibri politici nella neo maggioranza, insomma, sono già a rischio, ancor prima che venga nominata la giunta (attesa per oggi).
Iannamorelli aveva partecipato alle primarie a gennaio e coerentemente era stato tra i maggiori sostenitori di Ranalli anche dopo: tanto in campagna elettorale, quanto nella delicata fase del “ripudio dimasciano” di marzo, quando l’ex consigliere comunale e capogruppo del Pd si era proposto come pontiere tra le anime divise del centrosinistra.

Terremoto nel Pd: si dimette Iannamorelliultima modifica: 2013-06-20T08:03:00+00:00da vivrescanno
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento