Terre d’Amore in Abruzzo, nato ufficialmente il Consorzio turistico del territorio (Dmc)

Costituito davanti al notaio il consorzio “Terre d’Amore in Abruzzo” per rispondere al Bando Regionale sulla Destination Management Company.

La risposta alla esigenza IMPELLENTE E NON PROCASTINABILE DI LAVORARE INSIEME nel nostro territorio.

Una iniziativa che va nel solco di quanto andiamo dicendo da molto tempo e cioè per uscire dalla crisi occorre coesione su progetti che vadano oltre i confini dei singoli comuni.


FONTE: RETE5.TV

SULMONA (Ore 14.59) – Ieri, presso l’albergo Meeting di Sulmona, è stato firmato davanti al Notaio Vittorio Altiero l’atto costitutivo della società consortile a responsabilità limitata “Terre d’Amore in Abruzzo” (foto) nata per rispondere al bando regionale sulla Destination Managment Company.
Il grande sforzo del comitato promotore, formato da Confagricoltura, Confesercenti, Confindustia e Ascomfidi, che hanno individuato Fabbricacultura come soggetto promotore, svolto nei tempi brevissimi imposti dal bando, è dirompentemente sfociato in una aggregazione di 141 operatori che hanno sottoscritto un capitale sociale di euro 112.500 euro.
La risposta coesa e convinta di tante risorse appartenenti ad un’area allargata, che unisce finalmente la Valle Peligna a quella Subequana e a quella del Sagittario, esprime forte l’esigenza, ormai divenuta
improcrastinabile, di stare insieme e lavorare per una unica progettualità, in un atteggiamento in netta controtendenza su quanto avvenuto finora nel nostro territorio.
Compito gravoso e ambizioso della Dmc ora è trasformare un’offerta territoriale frammetaria e poco comunicata in un’ offerta diversificata e articolata, guidata da un equipe professionale e competente, unendo le 26 strutture ricettive (alberghi, b&B, affittacamere e albergo diffuso), offerta che ruoti intorno ai prodotti natura, neve (con i comprensori di Scanno, Campo di Giove e Passo San Leonardo) e cultura in un territorio
ricco di tipicità, eventi e di manifestazioni (29 le associazioni culturali e sportive coinvolte) su 17 Comuni.
Questi ultimi, che per problemi di natura squisitamente tecnicoburocratica, non hanno potuto aderire alla DMC, la sostengono fermamente e con loro è in via di sottoscrizione un protocollo d’intesa.
Uno dei principali soci è il Parco Majella che ha voluto, con il suo importante apporto economico, sottolineare la bontà e l’efficienza della strada che ci accingiamo a percorrere.
La DMC è una struttura aperta e disponibile ad accogliere nuove adesioni di operatori che condividono lo spirito innovativo di aggregazione, la strategia di progettualità condivisa e le regole di integrazione tra
attrattività e ricettività di tutto il territorio.
I numeri raggiunti parlano da soli – spiegano gli organizzatori – Si tratta di un evento storico per l’Abruzzo interno. A tutto noi l’onere di cimentarci professionalmente e in modo innovativo e credibile nell’unica
sfida che possiamo affrontare: trasformare il grande valore territoriale che abbiamo in turismo e quindi in economia.
Il consiglio d’amministrazione sarà guidato dal presidente Anna Berghella, vicepresidente Domenico Santacroce, e consiglieri Fabio Spinosa Pingue,Franco Iezzi, Angelo Palombizio, Emanuele Paulone e Claudio Mariotti.

Terre d’Amore in Abruzzo, nato ufficialmente il Consorzio turistico del territorio (Dmc)ultima modifica: 2013-03-25T18:45:00+00:00da vivrescanno
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento