SCANNO… Riparte l’iter della variante al piano regolatore

Scanno è fermo e gli operatori aspettano da tempo l’approvazione della variante tecnica al PRG che dovrebbe sbloccare un settore, l’edilizia, fermo da anni.

Il Sindaco, sul giornale il centro,  afferma che «dopo l’insediamento abbiamo rimesso in moto l’iter burocratico fermo inspiegabilmente da tanto tempo».

Forse per dare una risposta immediata al paese sarebbe stato opportuno portare all’approvazione definitiva della variante che aveva già concluso la fase delle “osservazioni”e  sulla quale si era raggiunto un’ampia convergenza, se si esclude forse l’ex maggioranza.

Si è scelto invece di riavviare ex novo l’iter procedurale che, ovviamente, richiede dei tempi non brevi.

Perché? Si è redatta forse una nuova variante?

 

Cento pratiche edilizie sbloccate può ripartire l’edilizia a Scanno


SCANNO. È un altro piccolo ma importante passo lungo il percorso amministrativo delle modifiche al piano regolatore di Scanno. Per sbloccare immediatamente un centinaio di pratiche che da mesi sono bloccate in Comune, il consiglio comunale ha approvato all’unanimità il rapporto preliminare della variante tecnica redatto dal responsabile dell’Area municipale, Piermassimo Tarullo. «Tutti gli atti tecnici saranno depositati ora presso l’ufficio per la presa visione da parte del pubblico e per la presentazione di eventuali osservazioni nei termini di legge indicati nell’avviso che verrà reso pubblico» spiega Tarullo «e dopo le valutazioni degli enti interessati verrà convocata la conferenza dei servizi per la definitiva approvazione del procedimento». Progettata per dare nuovo impulso all’attività edile del paese, agevolando molti progetti che sono fermi nell’ufficio tecnico municipale, la variante tecnica al piano regolatore di Scanno è bloccata in Comune da quasi due anni. Ad avviarne l’iter nel 2011 fu l’amministrazione comunale guidata dall’ex sindaco Patrizio Giammarco accogliendo le richieste di aiuto avanzate da parte di tecnici e costruttori per la forte crisi che stava attraversando il settore edile locale. Ma i rappresentanti dell’edilizia ancora oggi invocano a gran voce l’approvazione della variante tecnica per evitare il tracollo di molte imprese. Operatori e tecnici sollecitato tutte le azioni in grado di offrire una boccata di ossigeno ad un comparto in piena crisi. «Siamo consapevoli dell’importanza che riveste questo provvedimento per Scanno» commenta il sindaco Pietro Spacone «dopo l’insediamento abbiamo rimesso in moto l’iter burocratico fermo inspiegabilmente da tanto tempo».

SCANNO… Riparte l’iter della variante al piano regolatoreultima modifica: 2013-10-19T16:11:00+00:00da vivrescanno
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento