Sulmona: prove tecniche di coesione territoriale

Dal corriere peligno riprendiano una buona notizia.

Dal  Presidente del Consiglio comunale e’ stata presa una prima iniziativa , peraltro ben riuscita, che ha  portato i partecipanti ad aggiornare  l’incontro a mercoledì 22 ottobre prossimo venturo.

imageComune Di Sulmona

E’ partito finalmente un rapporto di collaborazione territoriale per condividere un progetto che persegua obiettivi unitari di rilancio del Centro Abruzzo.

Un incontro a cui hanno partecipato i sindaci che dovranno costituire un collegio che dovra’ promuovere un’azione costante e concreta allo scopo di elaborare, in tempi certi e concordati, il progetto pilota mirato all’innovazione e alla ricerca, al potenziamento del sistema di trasporti, alla valorizzazione del turismo e della cultura, dalle enormi potenzialità a beneficio del territorio, all’istruzione e alla tutela proficua dell’ambiente.

I Sindaci, inoltre, dovranno farsi carico di promuovere una legge regionale atta ad individuare e riconoscere il territorio del “Centro Abruzzo” o delle “Tre valli d’Abruzzo” come e’ stato definito nella riunione in cui erano rappresentati  i Comuni di: Pratola Peligna, Introdacqua, Anversa Degli Abruzzi, Villalago, Corfinio, Castelvecchio Subequo, Cocullo, Raiano, Goriano, Pacentro, Campo Di Giove, Bugnara, Sulmona.

Non sappiamo se vi sia o meno un errore della fonte giornalistica ma, per l’amore che abbiamo per la nostra Scanno, non possiamo che essere sorpresi per la mancata citazione tra i presenti del Sindaco di Scanno che dovrebbe essere il capofila del territorio di una delle tre valli (La Valle del Sagittario).

Chiediamo quindi al Sindaco Spacone di chiarire se e’ o meno una svista giornalistica e, del caso, chiedere la rettifica.

Noi siamo convinti che il futuro del nostro paese passa per un progetto strategico condiviso con gli altri comuni del Centro Abruzzo.

Sulmona: prove tecniche di coesione territorialeultima modifica: 2014-10-14T21:02:26+00:00da vivrescanno
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento