DA Sulmona … NON TOCCATE IL PUNTO NASCITA. E’ scontro duro con il presidente della regione Abruzzo D’Alfonso !!!!m

Al fianco di La Civita (FI) che sta occupando l’aula consigliare del comune vi è anche l’ex Vice Sindaco e attuale consigliere di Scanno Silvani che, sul tema, nei giorni scorsi  ha avuto un duro scontro con il presidente del Consiglio Fusco che si era invece mostrato possibilista, in una intervista rilasciata al Centro, sulla chiusura del reparto parti di Sulmona. Un reparto, peraltro, che dai dati apparsi sui siti locali non sembra essere tra quelli più utilizzati in abruzzo anzi…

 

Articolo centroabruzzonew “Non toccate il punto nascite”

 

In merito alla situazione del punto nascita duro verso chi sta occupando l’aula consigliare  il Sindaco di Sulmona che  afferma  “nulla è stato fatto negli ultimi cinque anni dai rappresentanti regionali di coloro che stanno occupando il Comune.”(leggi amministrazione  regionale guidata da Chiodi FI)

Pertanto rivolge il seguente appello ai consiglieri e a tutte le forze politiche  “in questi giorni di festività pasquali vanno abbassati i toni ed invito i consiglieri comunali e tutte le forze politiche ad essere presenti insieme a me alla processione del Venerdì Santo senza disturbare o inquietare quella che è una profonda riflessione di speranza e salvezza”.

Insomma sembra che l’invito sia finalizzato ad evitare facili strumentalizzazioni e riportare la dialettica entro i canoni di un corretto confronto democratico. La situazione attuale infatti sembra stata prodotta proprio dall’assenza di interventi in tempo utile dall’amministrazione regionale passata guidata da Chiodi (FI). Per cui verrebbe da ricordare un vecchio detto “chi è causa del suo mal pianga se stesso”.

(centroabruzzonew)

(articolo pubblicato su centroabruzzonew) SULMONA – “Il presidente del consiglio regionale Giuseppe Di Pangrazio si è impegnato a discutere tutte le proposte di risoluzione dei gruppi consiliari, se pertanto non dovessero aversi risposte positive qui terminerà il percorso istituzionale per far valere con forza le ragioni dei cittadini”. Lo ha affermato il sindaco di Sulmona Peppino Ranalli che intende passare alle maniere forti se dopo il consiglio regionale di giovedì 9 aprile non verrà fatta marcia indietro sulla chiusura del punto nascita. Il primo cittadino non esclude di riconsegnare la fascia da sindaco e minaccia nuovamente le dimissioni. “Non è da escludere nulla – dice – neanche la possibilità che io non sia più il sindaco di Sulmona”.
Il primo cittadino nel fare il punto della situazione ritiene giusta la battaglia perché “la chiusura del punto nascita andrebbe a vanificare il lavoro intrapreso in un anno e mezzo che ha permesso di sbloccare i lavori del nuovo ospedale”. Le soluzioni ci sono ma se non saranno adottate Peppino Ranalli si dichiara preoccupato per il futuro del nosocomio del capoluogo peligno. “La soppressione del punto nascita – prosegue Ranalli – motivata dall’uscita dal commissariamento è ingiustificata e ingiustificabile. Va adottata una soluzione che oggi evidentemente non si vuole trovare. All’orizzonte vedo purtroppo solo degli ambulatori per ostetricia e la perdita di posti letto. Che fine farà il nostro ospedale?”. In merito alle forze politiche che stanno attuando l’occupazione dell’aula consiliare del Comune il sindaco Ranalli afferma che “nulla è stato fatto negli ultimi cinque anni dai rappresentanti regionali di coloro che stanno occupando il Comune. In questi giorni di festività pasquali vanno abbassati i toni ed invito i consiglieri comunali e tutte le forze politiche ad essere presenti insieme a me alla processione del Venerdì Santo senza disturbare o inquietare quella che è una profonda riflessione di speranza e salvezza”.

DA Sulmona … NON TOCCATE IL PUNTO NASCITA. E’ scontro duro con il presidente della regione Abruzzo D’Alfonso !!!!multima modifica: 2015-04-02T14:00:18+00:00da vivrescanno
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento