Stop fuga cervelli: Abruzzo,bando 16 mln

Fondi a sostegno innovazione e ricerca per progetti sopra 5mln.

(ANSA)- PESCARA, 14 NOV – Un bando da 16 milioni di euro per per fermare la fuga di cervelli e rendere competitiva l’ industria nel campo dell’innovazione. L’Abruzzo ha deciso di partire dalla ricerca per il primo bando dei Fondi Europei per lo sviluppo regionale (Fesr). Tra i capitoli qualificanti, l’incentivazione del personale: 40mila euro all’anno all’impresa che contrattualizza ricercatori per tre anni. I nuovi progetti di ricerca e il trasferimento di tecnologie sono gli altri due capitoli alla base del bando. Gli incentivi riguardano progetti oltre i 5 milioni di Euro come mai era avvenuto in Abruzzo, e anche un’eccezione a livello nazionale. La presentazione del bando Fesr 2014-2020 oggi, in una conferenza stampa alla Regione, a Pescara, alla presenza del vicepresidente della Regione, Giovanni Lolli, e dell’Autorità di gestione, Giovanni Savini. Il bando regionale sull’innovazione, che scade il 22 dicembre prossimo, viene inoltre incrementato dai fondi del bando nazionale sul sostegno a progetti di ricerca e allo sviluppo sperimentale delle imprese dedicato alle regione in transizione, Abruzzo, Molise e Sardegna che prevede un fondo da 30 milioni di euro per le tre regioni. “Su 55 imprese selezionate – ha riferito Lolli – 50 sono abruzzesi. Per le imprese che verranno ammesse al bando nazionale ma per le quali non ci saranno fondi a sufficienza garantiremo il finanziamento attraverso il fondo Fesr”. “Abbiamo scelto di partire dalla ricerca perché in Abruzzo – ha sottolineato Lolli – abbiamo un sistema industriale molto articolato. La sfida è l’innovazione in un mondo dove il mercato è diventato spietato e nella nostra regione mediamente la quantità di ricerca è inferiore alle quote del centro-nord anche se in prima posizione rispetto al sud”.


Stop fuga cervelli: Abruzzo,bando 16 mlnultima modifica: 2016-11-16T19:44:00+00:00da vivrescanno
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento