Stagisti Provincia, Giovani democratici denunciano assunzioni di parenti e amici

PRATOLA – “Denunciamo il metodo antidemocratico ed antimeritocratico utilizzato per la selezione dei 21 stagisti ingaggiati a chiamata diretta dalla Provincia dell’Aquila alle dipendenze del presidente, del vicepresidente e degli assessori. Denunciano inoltre il mancato rispetto di uno dei valori fondanti di una società civile quale la meritocrazia, intesa non come supremazia del più forte, ma rispetto di ognuno in un’ottica di suddivisione dei compiti in base ai propri meriti e alle proprie caratteristiche”.
La denuncia arriva dai Giovani democratici di Pratola Peligna.
“Dispiace ancora di più, oltre la mancanza di una selezione tramite un concorso pubblico o per titoli – continua la nota dei Gd – la scelta di parenti ed amici che caratterizza una politica antica e da cambiare, soprattutto in un momento di profonda crisi sociale ed economica”.
“A nostro avviso – afferma il segretario dei Gd pratolani, Antonio Di Bacco – in questo contesto sociale ed economico di profonda crisi, dove la disoccupazione giovanile della nostra provincia tocca il record del 36,5%, contro una media regionale del 25,6%, per le 21 assunzioni di stagisti presso un organo istituzionale, quale la Provincia, si sarebbe dovuto adottare un metodo di pieno rispetto della meritocrazia, il concorso pubblico. Sono proprio queste vicende che causano la decrescita del nostro Paese e la sfiducia nei confronti della politica e delle istituzioni”.

Fonte: RETE5.TV

Stagisti Provincia, Giovani democratici denunciano assunzioni di parenti e amiciultima modifica: 2012-12-24T14:08:00+00:00da vivrescanno
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento