Scanno… ma siamo sicuri che siamo in dissesto???

 

Immagine

Vedendo come sono impegnate le risorse pubbliche  la domanda, come si suol dire, sorge spontanea.

E’ curioso infatti che ADDIRITTURA SOTTO LO SGUARDO VIGILE DEL DELEGATO AL BILANCIO, restando solo alle ultime decisioni,  ci pare che ce ne sia abbastanza per concludere che forse la situazione non è così disastrosa come si vuol far credere…

Nei giorni scorsi da questo blog abbiamo stigmatizzato  le onerose scelte  fatte in materia di  servizi  che certamente non possono essere considerati essenziali specialmente se attivati  dopo che, da mesi e mesi,  viene sbandierato il dissesto finanziario che ha portato l’amministrazione ad aumentare vertiginosamente le tasse a carico dei cittadini.
Ci riferiamo ovviamente al modo e all’entita’ dei costi,  ingiustificati, assunti per acquisire ben “dieci SIM” al top dei servizi di telefonia mobile pari a  circa 6.000,00 euro l’anno. Una spesa che sembrerebbe essere stata  assunta all’insaputa dell’organo di governo (ed in primis del Sindaco) e tra l’altro con un atto privo di motivazione a supporto della ipotizzata esigenza che, ogni amministrazione,  avrebbe il dovere morale, prima che amministrativo, di giustificare qualsivoglia  iniziativa di spesa rilevante a carico della collettività. Questo è quello che una amministrazione deve fare per rendere conto della propria attività.
Ci riferiamo poi all’incomprensibile ulteriore proroga, in regime di dissesto,  dell’incarico di collaborazione esterna all’ufficio tecnico per ben un anno senza che si comprendano  in concreto le necessità’ operative e le oggettive motivazioni. Se si chiede una risorsa esterna, peraltro già assunta a tempo pieno in altro comune, si deve avere contezza di ciò che essa deve svolgere nel periodo determinato richiesto. Se poi da qualche mese l’impegno diventa qualche anno ci si deve domandare pure il perché e si deve dare ai cittadini risposte chiare e definite.  Il fatto poi che non è indicato la spesa da impegnare nelle casse comunali non è certo la cosa più trasparente visto che ci costringe, in tale carenza, a fare una stima che certo non è da poco valutandola in   almeno 15.000,00 euro per il solo anno in corso . A proposito nel bilancio 2015 tale spesa è stata prevista??

Sempre riferito all’ultimo periodo non ci pare sia  finita qui.

Nei giorni scorsi infatti abbiamo appreso dall’albo pretorio on line che la “giunta” ha ritenuto di deliberare premi per   circa 30.000.00 euro per compensare il “raggiungimento di obiettivi”.

Un fatto  che, dopo quanto ascoltato negli ultimi mesi per non dire anni,  più di qualche perplessità ha fatto sorgere e quindi alcune doverose conseguenti riflessioni.

Il dibattito in consiglio comunale sembrava avesse fatto emergere delle chiare carenze gestionali riconosciute peraltro pure dagli interessati. Carenze che, lo stesso Sindaco,  aveva “condiviso” per  giustificare  l’anomala gestione delle pratiche di spesa che impedito di conoscere  antichi debiti fuori bilancio. Tutto insomma portava a dire che le cose non erano andate per il verso giusto.

Alla luce dei  premi elargiti bisogna prendere atto che, evidentemente, tra gli obiettivi prefissati non era stato incluso quello che va ritenuto “il primo” e cioè assicurare una puntuale e rigorosa gestione della spesa. Obiettivo che chiaramente non è stato  raggiungimento” ANZI….

Ci domandiamo allora :

Chi ha fissato gli obiettivi ???

Vista  la situazione e le conseguenti tasse a carico dei cittadini pensiamo comunque che la parola “premio” non ci pare proprio la più idonea. Crediamo che essa possa essere presa in considerazione se e solo se si riesce a “mantenere in equilibrio il bilancio comunale.”

Se tale obiettivo fosse prioritario siamo cero che non staremmo qui a parlare  di dissesto. Ed allora ci sentiamo di dire al primo cittadino alla luce dei fatti:

NON E’ CHE  PIU’ CHE CARENZA VI E’ STATA UNA ERRATA GESTIONE DELLE RISORSE??

Sono ovviamente solo alcune delle domande che ci vengono. Certamente  torneremo sul tema alla luce delle  risposte che il Sindaco vorrà fornire nell’esclusivo interesse della collettività che non vuole più essere trattata da sudditi.

Sig. SINDACO SIAMO PROPRIO SICURI CHE PER RIMETTERE A POSTO IL BILANCIO CI SIA BISOGNO DI UNA COMMISSIONE ANTISPECHI ????

Non sarà il caso di cambiare rotta e tornare all’antico.

Non crede che ci sia solo bisogno di un po’ di buon senso .????..

Scanno… ma siamo sicuri che siamo in dissesto???ultima modifica: 2015-02-16T17:33:42+00:00da vivrescanno
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento