SCANNO…MARATHON DEGLI STAZZI:UNO SPETTACOLO DELLA NATURA CON OLTRE 600 CONCORRENTI

fonte: CENTROABRUZZONEW

SCANNO – A Scanno  è stata una festa, favorita da una meravigliosa giornata di sole, la dodicesima edizione della Marathon degli Stazzi, divenuta ormai un appuntamento fisso della mountain bike abruzzese e del Centro-Sud Italia sotto l’egida della Federciclismo Abruzzo.

Encomiabile lo sforzo organizzativo della Mtb Scanno che ha potuto mettere in scena una manifestazione col motto “dove lo spettacolo è natura” ripercorrendo, con i percorsi di 60 (marathon) e 36 chilometri (granfondo), quelle che un tempo erano le antiche vie della transumanza, ovvero lo spostamento stagionale delle greggi che per millenni ha caratterizzato fortemente la cultura abruzzese, riscoprendo i luoghi che ancora conservano evidenti tracce dell’antico tracciato con gli stazzi (antichi ricoveri usati per le pecore).Alto gradimento per i 600 bikers da Abruzzo, Lazio, Molise, Puglia, Campania, Umbria e Marche, più i fedelissimi dei circuiti Abruzzo Mtb Cup e I Sentieri del Sole e dei Sapori che hanno dato spettacolo ed emozionato con le loro pedalate sugli sterrati attorno il lago di Scanno, le Gole del Sagittario, i monti Curio e Genzana, la Riserva Chiarano-Sparvera e il Parco Nazionale d’Abruzzo.Non è mai capitato che fossero due fratelli a vincere le ultime due edizioni della marathon e a Scanno è toccato ad Emanuele Crisi (Celeste Kento Avvenia) raccogliere il testimone da suo fratello maggiore della categoria élite e compagno di squadra, Roberto, che ha vinto l’edizione 2014 e che si è ritirato per problemi fisici.A tenere alto il nome della famiglia Crisi, ci ha pensato stavolta l’under 23 Emanuele, in giornata di grazia, protagonista di una fuga solitaria di circa 40 chilometri chiudendo col tempo finale di 2.48’50”. Alle sue spalle, a lottare strenuamente per il podio sono stati Vincenzo Della Rocca (Cubulteria Bike, primo tra i master 2) e Donato D’Aurora (Bike Pro Bottecchia, primo tra gli élite) chiudendo rispettivamente in seconda e in terza posizione.

Al femminile, giornata brillante per la polivalente stradista-biker Sandra Marconi (Cicli Copparo, prima tra le master donna 2), regina della 60 chilometri davanti a Nunzia Gammella (Cicloo Bike Team, prima tra le master donna 1).

In evidenza sul lungo anche i vincitori di categoria Roberto Rinna (Piesse Cycling Team) tra gli élite sport, Guido Cappelli (NW Sport Cicli Conte Fans Bike) tra i master 3, Alessio Cellini (Celeste Kento Avvenia) tra i master 1, Zefferino Grassi (Celeste Kento Avvenia) tra i master 4, Gianpiero Saraga (Due Ponti Bike Lab) tra i master 5, Mario Tozzi (Ciociaria Bike) tra i master 6, Pio Tullio (Ciclistica L’Aquila) tra i master 7 e Graziano Faina (Triono Racing Team) tra i master 8.

Prima vittoria in carriera per Giovanni Di Sante (Team Go Fast) che si è regalato questa soddisfazione personale dominando la granfondo di 36 chilometri e la sua categoria élite sport, dopo aver tenuto bene i ritmi con i migliori che hanno poi optato per il percorso lungo. Dietro Di Sante, sono finiti Maurizio Parisse (Ciclistica L’Aquila, primo tra i master 1) e Leandro Rotondi (Piesse Cycling Team) completando il podio.

Anche le donne in evidenza sui 36 chilometri grazie alla gara perfetta di Angela Feola (Mtb Caserta, prima tra le master donna 2) con ampio margine su Luisa Rita Di Iorio (Bike Shock Team) e Maria Teresa Mosca (Cicloo Bike Team), più defilate Eminia Pia Lizza (Associazione Ciclistica Città di Sarno, prima tra le master donna 1) e Silvia Colagiacomi (Rampiteam Giulianova, prima tra le élite master donna).

 

Sul percorso medio primati di categoria ad appannaggio di Stefano Rossi Rossi (Avezzano Mtb) tra i master 3, Biagio Di Santo (Rampiclub Barrea) tra i master 2, Ennio Cappelli (Nw Sport Cicli Conte Fans Bike) tra i master 4, Stefano Di Folco (Avezzano Mtb) tra i master 5, Andrea Giampietro (Uisp Pescara) tra i master junior, Giovanni Nardella (Avezzano Mtb) tra i master 6, Nello Morgani (Fontamara Eramo Pescina) tra i master 7, Pietro Verrecchia (Iap’ca Iap’ca) tra i master 8 e Davide Paolucci (Paolucci All Bike) tra gli juniores.

Onore al merito anche per la partecipazione dei giovani bikers sul percorso di 7 chilometri nel segno dell’esordiente Andrea Carità (Team Giuliani Bike Park) e degli allievi Mattia Serpentini (Team Giuliani Bike Park), Nicola De Grandis (Paolucci All Bike), Paolo Del Viscio (Celeste Kento Avvenia), Pietro Colarossi (Mtb Scanno), Mattia Ferretti (Ciclistica San Timoteo) e Simone Bercarini (Il Biciclo Team New Limits).

La Marathon degli Stazzi è la prima prova di una speciale ed inedita classifica “Supercombinata”, in cui entreranno a far parte coloro che, oltre alla gara di mountain bike, parteciperanno alla podistica in montagna di Vertical Race e X-Trail che si svolgeranno sempre a Scanno i prossimi 28 e 30 agosto.

Alla presenza del vice sindaco di Scanno, Antonio Silla, si è chiusa un’edizione memorabile e ottimamente riuscita grazie alla Mtb Scanno di patron Mario De Vincentis che ha messo a segno un altro successo sia nei numeri che nella qualità: “Ringraziamo il comune per il patrocinio che ci ha concesso e il supporto degli sponsor Digiotek, Banca di Credito Cooperativo, Impresa dei Fratelli Colarossi, Banca Marche, Cotas, Bper Banca e Di Masso-Scanno Dolci di Natura. La forza di questa manifestazione sta nel gradimento di chi ha partecipato e anche nel potenziale enorme del nostro apparato organizzativo. Ciò pone le basi affinchè questo evento possa acquisire sempre maggior prestigio a livello nazionale”.

articolo su centroabruzzonew

SCANNO…MARATHON DEGLI STAZZI:UNO SPETTACOLO DELLA NATURA CON OLTRE 600 CONCORRENTIultima modifica: 2015-06-09T14:08:56+00:00da vivrescanno
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento