Scanno… l’ex amministrazione comunale ricorre al vertice politico regionale del PD?

image

La storia non si smentisce mai. Si chiamano in letteratura “i corsi e ricorsi storici”. Sinceramente pensavamo che a Scanno non potesse avere un ricorso a così breve distanza.
Sembra sia successo ieri. Un gruppo – spacciandosi per società civile – si mette a lavoro per costruire una squadra amministrativa alternativa alla classe politica storica. Insomma una rivoluzione dal basso che, non avendo una idea del paese, fu presto costretta a ricorrere al vertice provinciale, come i bambini ricorrevano alla mamma, per forzare una alleanza che non aveva “nessun” collante e i risultati sono vivi nel paese messo in ginocchio da una situazione debitoria sempre negata e “riconosciuta” solo di fronte alla “desolante realtà”.

image

Nei giorni scorsi abbiamo letto su un giornale locale una lettera indirizzata ancora una volta ad un vertice politico, dicendone di peste e corna dei potenziali compagni di viaggio, mostrando la assoluta incapacità al dialogo, anche competitivo, con gli altri interlocutori.

Una volta si diceva che i panni sporchi si lavano in casa, mentre assistiamo ad uno spettacolo a dir poco “non bello”. Noi siamo convinti che la diversità sia una ricchezza quando essa viene espressa con un dialogo competitivo ma costruttivo ovvero finalizzato a trovare una convergenza che ci pare, nel caso in specie, una “utopia”. Si percepisce infatti la esclusiva ricerca di sponde per riconquistare posizioni perse sul campo.

Ieri come oggi il bersaglio pare essere sempre lo stesso. Non un confronto ma uno scontro cercando di fare  breccia su un “vertice” che da lontano non può certo cogliere il disagio della “società civile” quella vera che è stufa di assistere a questi giochetti ora chiamati anche “il teatrino della politica”.

image

Noi siamo convinte che è giunto il momento di aprire una nuova fase con il coinvolgimento dell’ampia parte del paese reale che non si sente rappresentato dai partiti tradizionali. Un elemento che è stato da tempo compreso da Renzi che ha aperto un canale diretto con la gente bypassando le logiche verticistiche di potere che hanno sin qui “ingessato” i partiti e con essi il paese tutto.

Occorre avviare un processo di cambiamento anche nel nostro paese. A tal fine riteniamo che per superare gli scontri perpetui ed avviata una nuova stagione sia opportuno e utile  aprirsi a quelle forze che hanno scelto la strada dei movimenti per stimolare il rinnovamento la metodologia di confronto e mettere al centro i bisogni della gente.

Un recupero insomma di credibilità della politica che non può che passare per una svolta anche nella scelta della classe dirigente.

Crediamo che ciò farebbe solo bene al paese. Auspichiamo quindi che presto vi posa essere una ampia convergenza.

Scanno… l’ex amministrazione comunale ricorre al vertice politico regionale del PD?ultima modifica: 2014-11-07T21:55:39+00:00da vivrescanno
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento