Scanno, la strada giusta di Fratturelli Alessandro

IMG_7220

LA STRADA GIUSTA

Scanno,26.10.2017

Ecco alcuni dei passi dell’intervento di Fratturelli caratterizzato come sempre da puntuali riferimenti a normative e/o deliberazioni.

Inizia con il condividere le preoccupazioni  sullo stato  di criticità in cui versa la ex 479  e sugli sforzi da compiere per invertire l’attuale situazione dell’unica via di accesso al Parco Nazionale ed alla Valle Peligna che non è rientrata tra quelle tornate  all’Anas.  Sottolineando in particolare come l’ipotizzato investimento (di Euro 10 milioni)  per la definitiva messa in  sicurezza della ex statale sia stato nei fatti sostituito vari interventi tampone non risolutivi.

Come peraltro da noi piùvolte sottolineato mette in risalto come  da questa ed altre sconfitte emerga il bisogno di  compattezza dei nostri centri, comunità che necessitano di aggregazione sociale, unione, massa critica e, dunque, ne sono convinto assertore, di fusione, altrimenti risultiamo deboli, sfilacciati, isolati. Una opportunità oggi più di ieri concreta visto gli ingenti incentivi  (sui Comuni sotto i 5000 abitanti)  che si aggirano a  Euro 100 milioni fino al 2024.

Un processo che peraltro potrebbe essere velocizzato  se la politica mettesse in pratica il Patto Territoriale, firmato congiuntamente a Provincia e Regione,  che porterebbe alla fusione della  Valle Peligna con l’Alto Sangro  che garntirebbe quella forza necessaria per contare e che  oggi non abbiamo.

Sarebbe quindi LA STRADA GIUSTA da imboccare per dare un svolta decisiva al nostro territorio. Come a dire basta con le chiacchiere e diamo una risposta concreta ai problemi che attanagliano il nostro territorio creando una grande comunità che possa dire la sua nelle sedi opportuni.

LA STRADA GIUSTA

Scanno, la strada giusta di Fratturelli Alessandroultima modifica: 2017-10-27T13:13:10+00:00da vivrescanno
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento