Scanno… Bacino di Collerotondo, stagione invernale a rischio???

La domanda è d’obbligo viste le notizie di stampa di cui riportiamo alcuni articoli pubblicati ieri sul Centro.

L’auspicio ovviamente è che tutto si risolva al meglio, certo è che la discussione aperta in zona cesarini porta ancora una volta ad affrontare l’argomento sempre in situazione di emergenza.

Non comprendiamo come il bacino non rappresenti una priorità per il paese nonostante gli onerosi investimenti operati nello stesso che hanno interessato, oltre ai privati, in maniera significativa anche  “risorse pubbliche”.

Riteniamo che il bacino sia un indicatore dello stato di salute anche dell’economia del paese.  Tale consapevolezza ci ha portato ad impegnarsi  affinché fossero create le condizioni per la sua ripartenza per cui sarebbe un vero peccato una nuova battuta d’arresto e tornare indietro nel tempo.

Sembra peraltro quantomeno un “controsenso” aver tolto risorse stanziate per il bacino di collerotondo per eseguire opere di manutenzione sulle strade.

Cosa dire!!!! Che siano i CORSI E RICORSI STORICI?

Auspichiamo di no!!!!!!!!


sci a scanno

Stasera incontro in municipio per salvare gli impianti

Fonte : il centro

SCANNO. Cresce in paese la preoccupazione per la prossima stagione invernale che rischia di saltare a causa della mancanza di un gestore del bacino sciistico di Monte Rotondo. La Cotas, che riunisce oltre 50 operatori economici locali, promette un contributo economico per la gestione delle seggiovie ma per evitare il fermo degli impianti sciistici scende in campo anche l’amministrazione comunale che questa sera alle ore 21 ha convocato albergatori e commercianti nell’aula consiliare del Comune. «Noi siamo pronti all’erogazione di un contributo economico», commenta il presidente della Cotas, Giuseppe Marone, «ma è necessario che all’operazione partecipino tutti gli esercenti del paese». La società “SciareaScanno”, che ha il contratto di esercizio in scadenza a fine settembre, per aprire gli impianti anche il prossimo inverno chiede una quota di partecipazione ai costi di gestione di circa 120mila euro. Il sindaco Pietro Spacone chiederà uno sforzo per evitare gravi ripercussioni all’economia del paese.


stazione invernale

SciareaScanno chiede soldi per la gestione degli impianti

Fonte : il centro

SCANNO. Bussa a denari la società “SciareaScanno” che per continuare a gestire gli impianti sciistici del bacino di Monte Rotondo anche nel prossimo inverno chiede un contributo di 120mila euro a Comune e operatori economici. È a rischio infatti l’inaugurazione della stagione invernale in paese visto che la gestione d’esercizio scade alla fine del mese di settembre e l’azienda che amministra le funivie ha chiesto esplicitamente un aiuto economico prima di assumersi nuovamente l’incarico di gestire la stazione sciistica di Scanno. «Per aprire gli impianti e affrontare la stagione occorrono circa 250mila euro», commenta l’amministratore delegato di “SciareaScanno”, l’ingegner Emanuele Paulone, «di cui una metà potrebbe gravare sulle spalle della società, ma l’altra metà dovrà essere sborsata dagli operatori turistici locali e dal Comune». Inoltre per inaugurare la stagione anche il Comune deve rinnovare con il Tribunale di Sulmona il contratto di affitto degli impianti di risalita di proprietà della fallita “Valle Orsara”.



Scanno… Bacino di Collerotondo, stagione invernale a rischio???ultima modifica: 2013-09-06T14:10:00+00:00da vivrescanno
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento