Scanno… la gente mormora!!!

donne di scanno

Riprendiamo la rubrica dopo i chiarimenti  sullo spirito e obiettivi volti a dare voce alle “cufecchie” di piazza.

^^^

Strano ma vero ma le cartelle pazze e il disservizio dell’acqua è riuscito per un pò anche a non far parlare dei problemi del Bacino di Collerotondo. Purtroppo come si suol dire si è passati dalla padella alla brace.

Sappiamo che il mese di dicembre è stato caratterizzato dalle diverse cartelle di pagamento che hannno infastidito i cittadini che si sono dovuti sobbarcare le lunghe file per andare a chiarire gli errori e chiedere l’annullamento delle relative cartelle. Sono in molti a chiedersi chi paga i costi di spedizione delle stesse?? La Soget (incaricata del servizio)   ha fatto tutto quello che doveva per evitare fastidi ai contribuenti??? Le risposte, scontate, sono state negative.  Infatti non si comprende come in una situazione “palesemente” anomala non siano assunti i dovuti interventi con la società. Quali  impedimenti avrebbe l’amministrazione e/o i suoi delegati a prendere una posizione. D’altra parte ci dovrebbe essere interesse comune. A meno che si ritenga “utile”  fare tante  pratiche inutili che alla fine non porta vantaggi  alla collettività che si deve sobbarcare dei costi del personale. La gente non lo capisce e allora pensa, rimugina…. mormora!!

Dalla  ribalta della piazza non poteva mancare l’aqua che ha creato tantissimi problemi alla gente e ai forestieri  che sarebbero in tanti tornati a casa. Un fatto eclatante al quale non è seguito un altrettanto duro intervento dell’Amministrazione verso la società che gestisce il servizio. In tanti hanno condiviso le carenze impiantistiche che abbiamo evidenziato. Un impianto  privo di sistemi di controllo remoto in tempo reale (oggi ormai utilizzati anche nelle abitazioni dei  cittadini) che consentirebbe un presidio continuo a bassissimo costo che da anni dappertuto ha sostuito l’antico “fontaniero” che nei momenti “clou”  usava presidiare “di persona” i punti più rilevanti per garantire la continuità del servizio.  Fatti eclatanti ai quali non è seguita una presa di posizione “durissima” per l’interrruzione per più giorni del servizio in una vasta area come invece ha fatto il Sindaco di Villalago a mezzo stampa. La gente di fronte a tale situazione anche qui non capice le ragioni di tanta tolleranza. Ed allora allora pensa,  rimugina…. mormora!!

Cosa si può concludere se non con il solito ….

“Cu Vuò  Fa Trist a Ch c’ capta”

Scanno… la gente mormora!!!ultima modifica: 2016-01-05T12:00:46+00:00da vivrescanno
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento