‘Scanno per la fotografia’ a Monzoni

Per i suoi reportage dal mondo. Cerimonia venerdì 18 settembre

Scanno (L'Aquila)

(ANSA) – SCANNO (L’AQUILA), 8 SET – E’ stato assegnato a Antonella Monzoni, fotografa professionista che vive a Modena “e dovunque la portino le storie che si prefigge di raccontare”, il Premio Internazionale di Fotografia “Scanno dei fotografi 2015”, giunto alla settima edizione.

La giuria – composta da importanti fotografi, tra i quali Alberto Luca Recchi, Claudio Marcozzi, Bruno Colalongo, Giovanni Bucci, Michele Buonanni, Cesidio Silla e Renzo Tortelli – ha voluto premiare “rispetto, fiducia e complicità”, che – sottolinea la giuria – emergono dai lavori dell’autrice: “il rispetto per i suoi soggetti, la fiducia che è capace di guadagnarsi e meritare da loro ancor prima di fotografare, e la complicità che è in grado di instaurare e che fa sì che le persone ritratte diventino protagoniste assolute della profondità dei suoi racconti”. “Ma è l’intimità con cui riesce ad accostarsi anche agli sconosciuti – si legge nella motivazione del premio assegnato a Monzoni – che alla fine lascia il segno in quanti osservano la sua produzione, quelle voci, quel respiro che par di sentire, tanta è la vicinanza con la gente che incrocia e la fusione con i luoghi in cui essa vive. Quelli che sono vicini a lei diventano inevitabilmente vicini a noi. E per sempre”.

Antonella Monzoni si occupa di reportage dal 2000 e ha realizzato lavori nell’Europa dell’Est, in Russia, Africa, India, Myanmar, Giappone, Messico. Ha ricevuto numerosi riconoscimenti di rilievo internazionale; tra questi, nel 2012 il primo premio Vipa, Vienna International Photo Awards. Il premio “Sanno dei fotografi 2015” sarà consegnato venerdì 18 settembre a Scanno nell’ambito delle attività culturali del Congresso Multidisciplinare che si svolge ogni anno nella località abruzzese, e che quest’anno sarà dedicato alla Ricerca in Chirurgia. “Il fascino di questo borgo medievale, incastonato tra le montagne dell’appenino aquilano e sopra al famoso ‘Lago a forma di cuore’ è stato colto da grandi fotografi come Henri Cartier Bresson, Mario Giacomelli e Gianni Berengo Gardin”, sottolinea Luca Revelli, medico romano, tra gli organizzatori della manifestazione. “Lo scenario di pietra, di cielo e di montagna ha affascinato, nel corso degli anni anche molti altri maestri del calibro di Ferdinando Scianna, Yoko Yamamoto, Giovanna Traverso e Pepi Merisio. Il connubio tra Scanno e fotografia è molto forte e ha permesso di accreditare e sostenere una manifestazione appassionante e un riconoscimento particolarmente apprezzato”.

Nell’Albo d’Oro del Premio “Scanno dei Fotografi” figurano i nomi di Lynn Saville, Jill Hartley, Giovanni Marrozzini, Stefano Schirato, Mazen Jannoun e Claudio Marcozzi.

‘Scanno per la fotografia’ a Monzoniultima modifica: 2015-09-09T14:01:42+00:00da vivrescanno
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento