Scanno … il Segretario locale del PD risponde al MANIFESTO della RESIDUA EX Maggioranza??!!!

Sembra che la ex Maggioranza non voglia proprio prendere atto della sconfitta continuando imperterrita a raccontare FAVOLE stravolgendo la realtà! ECCO LA RISPOSTA DEL PD LOCALE

Non solo non fa autocritica ma “I RESTI  della ex Maggioranza”  continuano, incuranti dei danni prodotti arginati solo con l’avvento del Commisario,    a firmare in modo compatto  UN MANIFESTO “di carattere ELETTORALE”  che non certo promette bene per il paese ANZI…..

ECCO IL MANIFESTO A FIRMA DEI 6 RESIDUI DELLA EX MAGGIORANZA: P. Giammarco C. Giansante, C. Nannarone; G. Tarullo; S. Tarullo; E. Gentile.  

Il Circolo del PD interviene ancora una volta molto duramente per cercare di ripristinare la “verità” e cioè che senza la venuta del Commissario oggi ci troveremmo alle soglie del baratro per la gestione allegra e superficiale delle Casse comunali.

Una gestione peraltro che, per le risorse ingenti impegnate,  non ha prodotto risultati per il  paese se non L’AUMENTO VERTIGINOSO DELLE TASSE!!

CREDIAMO CHE LA SOLUZIONE AI PROBLEMI DEL PAESE POSSA VENIRE SOLO CON UN RADICALE RINNOVAMENTO DELLA CLASSE DIRIGENTE E PARLANDO AL PAESE CON UN LINGUAGGIO NUOVO FATTO DI PROPOSTE E PROGRAMMI PER LA NOSTRA COLLETTIVITA’!!!

 

LE TASSE AUMENTANO, I DEBITI AUMENTANO,

MA PER L’ALLEGRA COMPAGNIA I CONTI SONO A POSTO

 

E’ ridicolo continuare a confondere la gente con la barzelletta che i conti sono a posto.

Anche un bambino si chiederebbe:

“Se i conti del Comune sono a posto perché il Commissario Prefettizio ha aumentato le tasse?”

Dicono i soliti noti che c’è stato l’aumento per pareggiare i minori trasferimenti dello Stato, pari a 111 mila euro, e per coprire al 100 % il costo del servizio di raccolta dei rifiuti.

E i 660 mila euro circa di debiti accertati, lasciati dall’amministrazione E. Gentile, C. Giansante, P. Giammarco e Secondino Tarullo,dove li mettiamo?

(660 mila euro in quanto ai 560 mila euro di debiti già segnalati vanno aggiunti ancora 100 mila euro circa della gestione emergenza neve).

Se i minori trasferimenti dello Stato vengono coperti dal presunto avanzo di amministrazione(il conto consuntivo non è stato ancora approvato!!!!), pari a 120 mila euro, e l’aumento del 30% della TARSU serve per pareggiare i costi effettivi del servizio rifiuti,i 660 mila euro di debiti  come verranno pagati?

Altro che chiacchiere e giri di parole, il Commissario ha approvato il Bilancio Preventivo, ma le tasse aumentano (la stangata arriverà tra dicembre e gennaio, prepariamoci!!!!)  e i debiti restano e saranno i cittadini, purtroppo, a doverli pagare, anche con la vendita di beni comunali, per circa 363 mila euro.

Infatti, il Commissario ha approvato il piano di venditadi un “fabbricato rurale, loc. Capanna di Cucco (Le Prata), con annessa area di mq 7840” e di “un locale commerciale” in via Abrami, nel centro storico di Scanno,per far fronte allegravi criticità di bilancio, lasciate dalla leggera, fallimentare e dilettantistica gestionedell’amministrazione E. Gentile, C. Giansante, P. Giammarco e Secondino Tarullo.

Per il resto abbiamo “bussato a denari e ci hanno risposto a coppe”.

Nessuna parola da parte di E.Gentile, C.Giansante, P. Giammarco e S.Tarullo:

  • sul fatto che Scanno ha rischiato di restare senza la pubblica illuminazione, perché  l’ENEL vanta un credito di oltre 140 mila euro;
  • sul perché in quattro anni, pur essendo cambiati tre gestori, non sono mai state effettuate le volture ENEL, come da contratto,  per il funzionamento della seggiovia e degli impianti di Colle Rotondo;
  • sul perché la corrente degli impianti di Colle Rotondo l’hanno pagata e la pagano gli Scannesi;
  • sul perché abbiamo rischiato che i cassonetti non venissero più svuotati e sul fatto che paghiamo fior di interessi passivi al COGESA, per i 300 mila euro di debiti che hanno lasciato;
  • sul perché coloro che oggi vedono questa situazione normale, anni fa sostenevano che il Pubblico non potesse aiutare l’impresa di 59 famiglie Scannesi, riunite in Valle Orsara;
  • sul credito IVA di circa 540 mila euro di cui 250 mila già compensati, su cui lo stesso Commissario pare che nutra profondissimi dubbi, e che, se recuperato dall’Agenzia delle Entrate, rischia di mettere ulteriormente in ginocchio Scanno e gli Scannesi;
  • sull’aggravio di costi di 660 mila euro, che abbiamo pagato e che paghiamo noi cittadini attraverso le bollette dei rifiuti grazie al trasferimento del servizio nel 2002,- sindaco E. Gentile -, al COGESA;
  • sull’INVITO DI CHIEDERE SCUSA AGLI SCANNESI che si sono trovati a pagare in questi anni sulle bollette dei rifiuti, per ogni famiglia di tre persone, circa 1000 euro in più;
  • sul perché E. Gentile non restituisce al Comune la somma di circa 10 mila euro che sembra aver riscosso senza averne effettivamente diritto (missioni e spese legali).

Parlano, comunque, di tutto, inquinando la realtà e facendo le vittime per nascondere il proprio fallimento e le pesanti responsabilità politiche amministrative sulle condizioni disastrose in cui hanno ridotto Scanno.

Ci attribuiscono addirittura offese a livello personale e familiare, che mai, e ripetiamo mai, abbiamo rivolto a nessuno perché sono i fatti legati al ruolo pubblico di ognuno che ci interessano e non le persone.  

L’unica cosa che non dicono è che se avessero continuato a (dis)amministrare avrebbero portato SCANNO al FALLIMENTO visto che hanno lasciato una montagna di debiti, messo a rischio il trasferimento della Regione degli 825 mila euro ed esistono forti dubbi sull’utilizzo dei 250 mila euro del credito IVA.                      

E parlano anche di tornare in campo!!

Ma quale credibilità può avere chi ha amministrato Scanno con arroganza, spregiudicatezza e contro tutto e tutti?

Scanno ha bisogno di voltare pagina.                

Costruiamo insieme una nuova stagione politica e amministrativa basata sul rinnovamento e sulla partecipazione per elaborare progetti condivisi capaci di proiettare Scanno, finalmente, nel terzo millennio.

“SCANNO, PRIMA DI TUTTO”.

 

Segr. Circolo di Scanno

Scanno … il Segretario locale del PD risponde al MANIFESTO della RESIDUA EX Maggioranza??!!!ultima modifica: 2012-11-18T23:20:00+00:00da vivrescanno
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento