Scanno… il Comune integra il contributo alle ACLI aggiungendo gli oneri per IVA!!!!

Albo

Albo

Il Comune aveva deliberato € 2.000,00 a favore delle Acli come contributo per la gestione delle manifestazioni nelle scorse feste natalizie.  Contributo che però non teneva conto dell’IVA al 22%  pari a complessive € 440,00 da corrispondere, come imposte, direttamente alla fiscalità generale dello stato.

Determina Comunale

L’occasione ciè utile per sottolineare una novità  entrata in vigore a decorrere dal 1°/1/2015 (nuovo art.17-ter del D.P.R. 26.10.1972, n. 633)  l’IVA emessa sulle fatture emesse per cessioni di beni e/o  per prestazioni di servizi (escluse quelle assoggettate a ritenute a titolo di imposta sul reddito) va versata direttamente dall’ente pubblico. In pratica, il fornitore emette la fattura applicando l’IVA e indicando che l’IVA va versata dall’Ente  ai sensi dell’art. 17-ter del D.P.R. 26.10.1972, n. 633. L’ente pubblico, a sua volta, esegue il pagamento della fattura al netto dell’IVA .

Una procedura che qundi esonera il prestatore di servizi  dal pagamento dell’IVA, impegno che viene trasferito all’ente pubblico che ovviamente deve impegnare la somma complessiva e cioè  il costo della prestazione pattuita dall’ente maggiorata degli oneri fiscali. Semplice ma non pare sia sempre così!!!?

 

 

Scanno… il Comune integra il contributo alle ACLI aggiungendo gli oneri per IVA!!!!ultima modifica: 2016-04-25T19:36:36+00:00da vivrescanno
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento