Scanno … al “verde”. E’ la notiozia pubblicata sul Centro!!!

Scanno, la nuova giunta trova i conti in rosso

Fonte articolo: www.ilcentro.it

 

SCANNO. Ad un passo dal collasso economico-finanziario il Comune di Scanno che, secondo il neo assessore con delega al patrimonio e bilancio Roberto Nannarone, avrebbe un deficit di oltre un milione di euro. La nuova amministrazione municipale guidata dal sindaco Pietro Spacone, che ha prestato giuramento solo sabato scorso, manifesta pubblicamente la difficile situazione delle finanze del centro montano e il giorno dell’insediamento rivela di avere in cassa poche centinaia di euro, per di più soldi non propri ma prestati dall’istituto di credito che gestisce il servizio di tesoreria municipale. Il bilancio comunale non sarebbe in regola secondo i nuovi amministratori del paese turistico che, denunciando tra l’altro come il Comune abbia impegnato nei mesi scorsi tutta l’anticipazione di cassa pari a 543.694 mila euro, accusano la passata amministrazione guidata dall’ex sindaco Patrizio Giammarco di «gestione scellerata».

«Si tratta di una esposizione bancaria rilevante che dovrà essere colmata al più presto» commenta Nannarone «ma attendiamo la conclusione della verifica di cassa presso il Tesoriere, iniziata giovedì 6 giugno, per conoscere dettagliatamente la situazione». La difficile condizione economica della località montana si dimostra, però, fonte di forte preoccupazione per il nuovo «governante» dei conti municipali, che nel corso della prima riunione del consiglio comunale ha riferito dell’esistenza di molti debiti del Comune nei confronti di diverse società. «Abbiamo promesso ai cittadini di fare luce sui conti municipali e sono già all’opera per cercare di comprendere la reale situazione finanziaria del Comune, adoperandomi in prima persona a recuperare fatture, solleciti di pagamento, atti di precetto pervenuti negli ultimi anni da parte di fornitori» aggiunge l’assessore Nannarone «ma la situazione mi sembra già molto critica, visti i diversi atti di precetto e i numerosi solleciti di pagamento arrivati negli uffici municipali sebbene i documenti contabili che sono pervenuti in Comune non risultino annotati in apposite scritture che possano consentire di conoscere la reale situazione».

La società che si occupa della raccolta dei rifiuti solidi urbani in paese minaccia intanto il blocco del servizio. Il Cogesa, il consorzio che gestisce il servizio, vanta crediti da parte del Comune che ammontano a circa 500mila euro. Un ulteriore debito certo di 170mila euro esiste inoltre verso l’Enel per la fornitura di energia elettrica negli ultimi anni. Insomma più che un Comune verde, Scanno oggi appare un Comune al “verde”.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Scanno … al “verde”. E’ la notiozia pubblicata sul Centro!!!ultima modifica: 2013-06-17T19:35:00+00:00da vivrescanno
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento