Scanno… il bacino di collerotondo è andato bene. Record di turisti!!!!

Segnali positivi dell’economia vengono dal Bacino di Collerotondo dove sono stati operate ingenti e significativi  investimenti pubblici e privati. Non possiamo che essere soddisfatti che i risultati  siano andati ben al di là delle aspettative del gestore. Un dato che non fa altro che confermare come TANTE siano le risorse del paese che per certi versi sfuggono anche alle “normali” valutazioni degli addetti ai lavori e, qundi,  ancor di più, immaginiamo, “sfuggono” ai comuni cittadini.

Una circostanza che dovrebbe far riflettere TUTTI su come sia importante  condividere e diffondere, il più possibile, gli obiettivi che si intendono raggiungere con l’azione amministrativa nel breve, medio e lungo termine. Di ciò siamo convinti le vicende del bacino di collerotondo ne sia una emblematica realtà.

Come dimenticare lo “scontro” interpersonale su quale organizzazione societaria adottare (pubblica, privata o mista) che procurò lacerazioni forti nel paese.  Un dibattito infruttuoso che fu posto termine dall’apertura del “tavolo per l’unione” che, attraverso un confronto franco ma leale, portò tutte le forze politiche, di destra e di sinistra, a votare  all’unanimità in consiglio comunale una concreta soluzione per l’utilizzo degli 825 mila euro e la ripartenza del bacino che, l’aspro scontro nel paese e non solo, aveva portato al fermo degli impianti e alla loro parziale smobilitazione.

La Giunta Giammarco, purtroppo,  dimenticando presto i valori del “tavolo” (e cioè l’essere al servizio del paese tutto mediante un confronto democratico sulle cose da fare) ha riportato presto alto lo scontro in consiglio comunale, prima, registrando l’abbandono di diversi consiglieri,  assessori e vice sindaci e nel paese, poi,  ricorrendo perfino alle carte bollate e alle querele per “zittire” cittadini e/o organi di informazione.

Il risultato per il paese è stato devastante con il mancato arrivo del famoso finanziamento regionale di 825.000 euro e, attraverso una sequenza di decisioni dai più non condivisibili, con la capitolazione addirittura in Consiglio comunale con il conseguente necessario arrivo del COMMISSARIO!!!

Un commissario che quindi non è stata una scelta ma  “una necessità per il paese”. Un paese che, non va dimenmticato, era privo di una vera guida da  più di un anno nella assoluta indifferenza della ex-Maggioranza.

PENSIAMO, comunque,  che occorre PRESTO RECUPERARE I VALORI DEL “TAVOLO PER L’UNIONE” e, IN UN CLIMA DI SERENITà E TRANQUILLITA’,  AVVIARE  UNA NUOVA STAGIONE AMMINISTRATIVA RINNOVANDO IN TOTO LA CLASSE DIRIGENTE.

NOI PER SCANNO CI SAREMO… !!!


 

 

FONTE ARTICOLO: il Centro

In 9 mila sulla seggiovia Scanno non conosce crisi

Record di turisti ad agosto per ammirare il panorama di Colle Rotondo La società presenta le offerte skipass dell’inverno 2012: abbonamenti a 335 euro

 

SCANNO. Presenze record quest’anno per la seggiovia di Colle Rotondo, l’impianto a fune che dal centro abitato del paese porta sul bacino di Monte Rotondo, a 1.600 metri di altezza. Poco meno di novemila i passaggi registrati all’ingresso della seggiovia biposto, che fino al 2013 sarà gestita dalla società “Sciare a Scanno”.

Rispetto allo scorso anno i dati evidenziano all’incirca 600 visitatori in più, con un’alta percentuale di afflusso nel mese di agosto, quando quasi settemila sono stati gli accessi all’impianto. «Naturalmente le giornate più frequentate sono state quelle a ridosso del Ferragosto», commenta Emanuele Paulone, amministratore della società, «ma un buon movimento c’è stato anche nei fine settimana di giugno e luglio. Tutto sommato sono soddisfatto dell’andamento stagionale perché non era facile riuscire a confermare i numeri della stagione passata in un momento di forte crisi come quello che stiamo attraversando».

La bellezza del lago, un cuore verde e azzurro tra i monti del Parco nazionale d’Abruzzo e il massiccio del Genzana, la notevole e diversificata ricettività, le attrezzature per il turismo estivo ed invernale fanno di Scanno una eccellente destinazione turistica per vacanze in ogni periodo dell’anno. I dati ufficiali dell’ufficio regionale di Informazioni e accoglienza turistica (Iat) faranno tra breve il consuntivo sul movimento turistico estivo in paese, ma i numeri e le cifre della seggiovia di Colle Rotondo sembrano evidenziare a Scanno una situazione decisamente meno allarmistica rispetto ad altre località turistiche abruzzesi.

La società “Sciare a Scanno” inoltre ha presentato anche la stagione invernale 2012/2013 con tutte i cambiamenti che accrescono l’offerta sciistica del bacino di Monte Rotondo. «Tra le novità c’è l’apertura del rifugio Orso Bruno ai piedi della quadriposto» spiega Paulone «e l’installazione del tapis roulant per il campo scuola che dopo le verifiche e le necessarie autorizzazioni può finalmente entrare in funzione».

Presentate anche le offerte di skipass, con l’abbonamento stagionale in prevendita a 335 euro per gli adulti e 270 euro per juniores e senior. Il prezzo del biglietto per il giornaliero festivo e prefestivo sarà di 25 euro – valevole anche per tutto il periodo natalizio – mentre 20 euro sarà il prezzo del giornaliero feriale.

Il bacino sciistico di Monte Rotondo con i lavori di ammodernamento degli ultimi anni ha aggiornato le sue potenzialità. Tre seggiovie servono il “domaine skiable” più esteso della zona, con circa 12 chilometri di piste che propongono un’interessante offerta sci sia in chiave nordico che alpino.

Massimiliano Lavillotti

Scanno… il bacino di collerotondo è andato bene. Record di turisti!!!!ultima modifica: 2012-09-03T19:20:00+00:00da vivrescanno
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento