Scanno… i principi di trasparenza e efficienza sono rispettati????

TRASPARENZA ED EFFICIENZA QUESTO CHIEDE IL LEGISLATORE AGLI AMMINISTRATORI.

image

CI DOMANDIAMO  ALLORA  LE RISPETTIAMO LE NORME????

Noi qualche dubbio lo abbiamo. Pubblichiamo un breve stralcio della norma che ovviamente prevede sanzioni per gli inadempienti per approfondirlo meglioo nei prossimi giorni.

le regole nella gestione della cosa pubblica non possono essere interpretate a giorni e/o a periodi alterni.

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

Visti gli articoli 76 ed 87 della Costituzione.

EMANA

il seguente decreto legislativo:

Art. 1

Finalita’ ed ambito di applicazione

(Art. 1 del d.lgs. n. 29 del 1993, come modificato

dall’art. 1 del d.lgs. n. 80 del 1998)

 

1.    Le    disposizioni    del   presente   decreto   disciplinano l’organizzazione  degli  uffici  e  i rapporti di lavoro e di impiego  alle  dipendenze  delle amministrazioni pubbliche, tenuto conto delle autonomie locali e di quelle delle regioni e delle province autonome, nel  rispetto  all’articolo  97, comma primo, della Costituzione, al fine di:

a)  accrescere  l’efficienza delle amministrazioni in relazione a  quella  dei  corrispondenti  uffici  e  servizi dei Paesi dell’Unione  europea, anche  ediante il coordinato sviluppo di sistemi informativi pubblici;

b)  razionalizzare  il  costo  del lavoro pubblico, contenendo la  spesa  complessiva  per  il  personale,  diretta e indiretta, entro i  vincoli di finanza pubblica;

c) realizzare la migliore utilizzazione delle risorse umane nelle pubbliche  amministrazioni,  assicurando  la formazione e lo sviluppo  professionale dei dipendenti, applicando condizioni uniformi rispetto a  quelle  del  lavoro  privato,  garantendo  pari  opportunita’ alle  lavoratrici  ed ai lavoratori nonche’ l’assenza di qualunque forma di  discriminazione e di violenza morale o psichica.

14. Al fine della verifica dell’applicazione  delle  norme  di  cui  all’articolo 1, commi 123 e 127, della legge  23  dicembre  1996,  n.  662, e   successive modificazioni e  integrazioni,  le  amministrazioni pubbliche sono tenute a comunicare  al  Dipartimento  della  funzione pubblica, in via telematica o su  supporto  magnetico,  entro  il  30  giugno di ciascun anno, i compensi percepiti  dai  propri  dipendenti  anche per incarichi relativi  a  compiti  e  doveri  d’ufficio;  sono  altresi’   tenute   a   comunicare   semestralmente   l’elenco    dei collaboratori  esterni  e  dei  soggetti  cui  sono  stati   affidati incarichi   di   consulenza,   con   l’indicazione   della    ragione  dell’incarico  e  dell’ammontare   dei   compensi   corrisposti.   Le amministrazioni rendono  noti,  mediante  inserimento  nelle  proprie  banche dati accessibili al pubblico per via telematica,  gli  elenchi  dei propri consulenti indicando l’oggetto, la durata  e  il  compenso  dell’incarico   nonche’   l’attestazione    dell’avvenuta    verifica dell’insussistenza di situazioni, anche potenziali, di  conflitto  di interessi.

 Le  informazioni  relative  a  consulenze   e   incarichi comunicate  dalle  amministrazioni  al  Dipartimento  della  funzione  pubblica, nonche’  le  informazioni  pubblicate  dalle  stesse  nelle proprie banche dati accessibili al pubblico  per  via  telematica  ai sensi del presente articolo, sono trasmesse e pubblicate  in  tabelle riassuntive rese  liberamente  scaricabili  in  un  formato  digitale  standard aperto che consenta di analizzare  e  rielaborare,  anche  a  fini statistici, i dati informatici. Entro il 31 dicembre di  ciascun anno il Dipartimento della funzione pubblica trasmette alla Corte dei conti l’elenco delle amministrazioni che hanno omesso di  trasmettere  e pubblicare, in tutto o in parte, le informazioni di  cui  al  terzo periodo del presente comma in formato digitale standard aperto. Entro  il 31  dicembre  di  ciascun  anno  il  Dipartimento  della  funzione pubblica   trasmette   alla   Corte   dei   conti   l’elenco    delle amministrazioni che hanno  omesso  di  effettuare  la  comunicazione, avente ad oggetto l’elenco dei collaboratori esterni e  dei  soggetti  cui sono stati affidati incarichi di consulenza.

15. Le amministrazioni che omettono gli adempimenti di cui ai commi da 11 a 14 non possono conferire nuovi incarichi fino  a  quando  non adempiono. I soggetti di cui al comma 9 che omettono le comunicazioni  di cui al comma 11 incorrono nella sanzione di cui allo stesso  comma 9.

Scanno… i principi di trasparenza e efficienza sono rispettati????ultima modifica: 2015-03-10T18:50:41+00:00da vivrescanno
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento