Scanno… Fusco: “Bilancio comunale in passivo”

Dal giornale on line RETE5.TV riprendiamo una notizia che va nella direzione di quanto diciamo da tempo “l’ex maggioranza ha lasciato una situazione disastrosa che il Commissario fa fatica a rimetterla nella giusta via”.

Piano piano si stanno scoprendo come le cose non andavano anzi .. andavamo molto male tanto da costringere il Commissario a prendere iniziative per riequilibrare i conti.

Inutile ci pare ricordare ancora i dettagli: il bacino di collerotondo, il palazzetto dello sport, la scuola, il parcheggio coperto, i rifiuti, …. senza dimenticare la famosa procedura del “CREDITO IVA”.

Siamo certi che i fatti sconfiggeranno le chiacchiere e le prediche degli ex amministratori di maggioranza che ci pare sia l’unica cosa che hanno saputo fare!!!!!

 

Articolo ripreso dal giornale on line ZAC7.it

Aumento del 30% della Tarsu e Imu sulle seconde case a più 0,89 %. “Tasse per ripianare i debiti dell’ex giunta”.


“La manovra, è indispensabile per realizzare gli equilibri di bilancio”, Ad affermalo, citando la delibera dal commissario, è Amedeo Fusco, che lancia l’allarme sull’aumento delle tasse. “Altro che bilancio in salute, come dicevano Giammarco e i suoi! Del resto, l’intento di prendere in giro i cittadini era chiaro nel manifesto affisso oltre un mese fa dall’ex Sindaco e dall’ex maggioranza”, continua Fusco, “Dove si diceva che dalla verifica di cassa emergeva un attivo di 127 mila euro! Anche un bambino sa che se i suoi genitori hanno 10 euro in tasca, ma devono darne 100 all’alimentari, hanno un debito di 90 euro e non un attivo di 10. Il Comune di Scanno al solo Cogesa deve oltre trecentomila euro, su cui tutti noi paghiamo gli interessi passivi. Per non dire delle bollette Eenel. E’una corsa contro il tempo quella del Commissario, per evitare che venga ridotto l’impegno di potenza e che venga staccata l’illuminazione pubblica, come si legge nella diffida dell’Ente per l’energia. Anche qui oltre 140 mila euro non pagati. Del resto, come hanno constatato a proprie spese molte mamme, non si pagavano neppure i testi di istruzione. E pensare che l’ex Sindaco voleva comprare un anno fa anche l’ex cinema, a quest’ora andremmo in giro con le candele di cera!!! Che fine hanno fatto i 240mila euro versati dagli Scannesi per i nuovi loculi?” si chiede ancora Fusco, “Dei lavori, per realizzarli, nemmeno l’ombra. Da Cittadino, prima che da ex amministratore, invito il Commissario ad attivarsi urgentemente, per il recupero delle somme non dovute, erogate ad un ex Consigliere di maggioranza (circa 10mila euro tra missioni e spese legali) e di revocare, se è in tempo, tutta una serie di delibere, che comportano spese inutili, come quella per la fusione in bronzo di una statua, che costa oltre 20mila euro. Non è giusto che per le leggerezze degli ultimi anni dell’ex Giunta Giammarco paghi l’intera collettività!”. Red

Scanno… Fusco: “Bilancio comunale in passivo”ultima modifica: 2012-10-24T17:54:00+00:00da vivrescanno
Reposta per primo quest’articolo

Commenti

Scanno… Fusco: “Bilancio comunale in passivo” — 1 commento

  1. Avete dimenticato la perizia del dott. Rob. Russo perito nominato dal tribunale di Sulmona che dice che dovete pagare ancora altre 150.000 euro per la vertenza in atto;
    e di questi giorni un’altra parcella del perito di parte di oltre 9.000 euro che a breve Vi verrò girata, soprattutto per l’inerzia e indifferenza, oltre che per ragione.
    Ci sentiamo a metà novembre.

Lascia un commento