Scanno… Come dare stabilità a Collerotondo??

imageimagelogo VIVERE SCANNO NEWdonne di scanno

Le prime notizie che ci arrivano non ci sembrano rassicuranti anzi..

sembra infatti che si insista sul concetto di sempplice affidamento in concessione che in quiesti anni non ha fatto altro che creare contenziosi, exstracosti per le casse comunali  e problemi di continuità funzionale degli impianti (se si esclude la parentesi “Sciare a Scanno”).

Ci pare inconcepibile non prenderne atto che anche questa estate la Seggiovia è rimasta chiusa proprio per colpa del “gestore” che ha riconsegnato le chiavi “senza” giustificazioni nel pieno della stagione estiva. Le conseguenze per il paese sono state molto pesanti sia sotto il profilo economico che di immagine. Ancora una volta ci resta propabilmente un “giudizio civile”  per ottenere il risarcimento dei danni “economici”  ma certo non potranno essere risarciti i tanti turisti che non hanno potuto fruire della Seggiovia.

Ci pare che anche le altre proposte pubblicate non si discostano dalla linea dell’amministrazione. L’unica cosa che si può condividere è certamente quella di fermare il bando di revisione generale e far convergere tutte le risorse disponibili su un “unico” progetto volto a garantire una stabile funzionalità almeno nei prossimi dieci anni. Un progetto nel quale “il Comune”, alla luce anche delle più recenti sperienze,  non può e non deve estraniarsi . A cosa sono servite infatti le volture delle utenze al gestore???

Come prevedibile “a nulla” anzi , per assicurare il collaudo dell’impianto,  il paese si è dovuto sobbarcare anche dei costi del riallaccio delle utenze “tagliate per morosità”.  E i preventivi controlli???

Riconfermiamo ancora una volta che,  in accordo alla normativa vigente, occorre ricorrere al “project financing”  dove  far confluire sia le ingenti risorse pubbliche già disponibili (Comunali e Provinciali che quelle private per garantire per almeno dieci una stabile funzionalità del bacino di Collerotondo.   Un progetto integrato di  “lavori, manutenzioni e  conduzione   che da una parte offrirebbe al pubblico più idonei strumenti di controllo e al privato di contenere i rischi di gestione. In tale progetto andrebbero a confluire pure  i fondi regionali di 825 mila euro, a suo tempo revocati,  ma che la stessa regione si è impegnata a rifinanziare.

Un progetto che pensiamo possa essere il primo passo per la rinascita di Scanno!!!

 

 

Scanno… Come dare stabilità a Collerotondo??ultima modifica: 2015-09-01T14:20:05+00:00da vivrescanno
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento