Scanno… cosa serve ancora alla classe dirigente presente e passata per capire i veri problemi di Scanno?

image

Sembra sempre piu’ vero il detto che” non c’e’ peggior sordo di chi non vuol sentire”.

Certo se vecchi amministratori devono aspettare le sentenza per avere qualcosa da dire crediamo che non vi e’ speranza per un rilancio a breve del paese. Siamo sempre convinti che un politico risponde sia delle scelte che fa ma anche di come le fa.

Un amminitratore pubblico deve infatti sempre rendere conto degli atti prodotti nel rigoroso rispetto delle regole e procedure. D’altra parte non è nuovo che alcuni amministratori in regime di “autotutela” correggano o annullano ex post gli atti prodotti proprio per dare pubblicità alla loro buona fede. Ricordiamo, per onore della verità, la delibera di giunta relativa all’affidamento di servizi alla  Cooperativa Alto Sagittario (Clicca qui per leggere la delibera della GIUNTA COMUNALE), di cui riportiamo ad onor di verità due utili passi di una delibera pubblicata sul nostro blog nel 2012

Il primo passo della Delibera di giunta comunale sulla Cooperativa      “Considerato che da un’attenta e approfondita disamina la deliberazione giuntale n 92/2011 non risulta pienamente conforme alle norme …….””

Il secondo passo della stessa delibera  “Considerato, sulla base del principio di autotutela, di rettificare la deliberazione giuntale n 92 del 30 luglio 2011 ……”

Noi siamo convinti che un amministratore risponde delle scelte e delle iniziative organizzative volte ad evitare certi errori ma anche delle mancate scelte. Ci domandiamo in proposito :

Perché non si è intervenuti sulla struttura organizzativa? Perché non è stata chiarita la causa? Perché non si è tenuto in ordine il bilancio comunale? Perché sono state disperse risorse importanti per il paese? Perché  non si intervenuti sulla raccolta dei rifiuti? Perché non è stata stabilizzata la funzionalità del bacino di collerotondo?

E’ di questo che un amministratore risponde.

D’altra parte la situazione scannese è sotto gli occhi di tutti  e non è certo venuta da sola. Forse sarebbe il caso che chi ha assunto responsabilità di primo piano faccia autocritica e coon umiltà si ponga al servizio del paese per far si che sia avviata la rinascita di Scanno senza replicare gli errori del passato che forse è  meglio dimenticare.

 

Scanno… cosa serve ancora alla classe dirigente presente e passata per capire i veri problemi di Scanno?ultima modifica: 2014-10-21T18:45:35+00:00da vivrescanno
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento