Scanno… chiesta anticipazione di liquidità per e u r o 1 . 0 2 6 . 4 3 2 , 66

image

SCHEMA D’ATTO

Immagineimage

ORIGINALE

DETERMINAZIONE AREA FINANZIARIA

N. 19 DEL 25-06-2014

Ufficio:

Oggetto: SOTTOSCRIZIONE CONTRATTO DI ANTICIPAZIONE DI LIQUIDITA’ CON LA CASSA DD.PP

L’anno duemilaquattordici addì venticinque del mese di giugno, il Responsabile dell’Area SPACONE CESIDIO

IL RESPONSABILE DEI SERVIZI FINANZIARI

Premesso che:
con delibera di Consiglio Comunale n. 6 in data 4.5.2014 esecutiva, è stato approvato il bilancio di previsione per l’esercizio 2014 nonché la relazione previsionale e programmatica ed il bilancio pluriennale per il periodo 2014/2016;
Premesso altresì che:
• l’articolo 1, comma 13, del decreto legge 8 aprile 2013, n. 35, convertito con modificazioni dalla legge n. 64/2013, con il quale è stato istituito un Fondo per assicurare il pagamento dei debiti certi, liquidi ed esigibili maturati nei confronti delle pubbliche amministrazioni, con una dotazione di €. 10.000 milioni per il 2013 ed €. 16.000 milioni per il 2014, di cui 2.000 milioni di euro ciascuno destinati ai debiti degli enti locali;
• in data 11 aprile 2013 è stato sottoscritto tra il Ministero dell’economia e delle finanze – Dipartimento del Tesoro e la Cassa Depositi e Prestiti spa l’addendum alla convenzione per la regolazione dei rapporti inerenti l’erogazione dell’anticipazione;
• con nota prot. n. 2806 in data 03.06.2014 è stata avanzata richiesta alla Cassa Depositi e Prestiti spa di accesso al Fondo in oggetto per un importo di €. 1.026.432,66 da rimborsare in n. 30 annualità;
• con lettera del 18.6.2014 prot. n. 2023171/14, la Cassa Depositi e Prestiti spa ha comunicato la concessione dell’anticipazione in oggetto per un importo di €. 1.026.432,66;
• con deliberazione della Giunta Comunale n. 56 in data 24.6.2014, esecutiva ai sensi di legge, è stata disposta l’accettazione dell’anticipazione concessa dalla Cassa Depositi e Prestiti spa dell’importo di €. 1.026.432,66 ed autorizzato il Responsabile del servizi finanziario alla sottoscrizione del contratto di anticipazione;

Premesso infine che il decreto legge 31 agosto 2013, n. 102, in corso di conversione, ha recato disposizioni integrative dell’anticipazione straordinaria erogata dalla Cassa depositi e prestiti spa a valere sul Fondo di liquidità ex art. 1, comma 13, del decreto legge n. 35/2013 (L. n. 64/2013) prevedendo, tra gli altri:
• al comma 2, che :”L’anticipazione concessa dalla Cassa depositi e prestiti S.p.A. agli enti locali, ai sensi del comma 13 dell’articolo 1 del decreto legge 8 aprile 2013, n. 35, convertito con modificazioni dalla legge 6 giugno 2013, n. 64, può essere erogata a saldo, nell’anno 2013, su richiesta dell’ente locale beneficiario” demandando ad un apposito atto l’individuazione dei criteri e delle modalità di accesso all’erogazione;
• al comma 3, che l’anticipazione di cui sopra venga “restituita con le modalità di cui al comma 13, dell’articolo 1, del decreto legge 8 aprile 2013, n. 35, convertito con modificazioni dalla legge 6 giugno 2013, n. 64 mediante rate annuali, corrisposte a partire dall’anno 2015. Il tasso di interesse da applicare all’erogazione è pari al rendimento di mercato dei buoni poliennali del tesoro a 5 anni in corso di emissione rilevato dal Ministero dell’economia e delle finanze – Dipartimento del tesoro alla data della pubblicazione del presente decreto e pubblicato sul sito internet del medesimo Ministero. In deroga a quanto previsto dal comma 2 dell’articolo 6 del decreto-legge n. 35 del 2013, ai fini dell’ammortamento dell’erogazione di cui al periodo precedente, il pagamento della prima rata, comprensivo degli interessi per un’annualità, sarà effettuato il 1° febbraio 2015”;

Preso atto che:
• l’anticipazione è soggetta al tasso legale nominale del 2,274%;
• la somma citata sarà rimborsata in n. 30 rate mensili ad importo costante comprensive di quota capitale ed interessi scadenti il 31 maggio a partire dal 2015; difatti, l’Anticipazione ha durata fino al 31.05.2043;
• La decorrenza dell’ ammortamento è fissata alla data di erogazione;
• in caso di mancato pagamento l’Agenzia delle entrate, in surroga, provvederà a recuperare le relative somme con le modalità di cui all’art. 1, comma 13, del D.L. n. 35/2013;

Vista la deliberazione di C.C. n. 26/2014 con la quale sono stati riconosciuti i debiti fuori bilancio;
Vista la delibera di G.C. n. 56 del 23.6.2014;
Visto il D.Lgs. n. 267/2000;
Visto il D.Lgs. n. 165/2001;
Visto lo statuto comunale;
Visto il regolamento comunale sull’ordinamento generale degli uffici e dei servizi;
Visto il regolamento comunale di contabilità;

DETERMINA

1) di provvedere alla sottoscrizione del contratto di anticipazione con la Cassa Depositi e Prestiti spa per un importo di euro 1.026.432,66 il cui schema è riportato quale allegato all’atto aggiuntivo all’Addendum della Convenzione tra MEF e Cassa Depositi e Prestiti spa aggiuntivo che si riporta sotto l’allegato A) quale parte integrante e sostanziale, contenenti le seguenti clausole essenziali:
• Tasso fisso nella misura del 2,274%;
• Rate: ANNUALI;
• Durata ammortamento (anni) 30;
• Inizio ammortamento: dalla data di erogazione;
• Prima rata 31.5.2015
3) di demandare a successivo provvedimento da emanare a seguito dell’erogazione dell’anticipazione da parte della Cassa Depositi e Prestiti spa l’esatta quantificazione degli oneri a carico del bilancio dell’ente per l’ammortamento del debito;
4) di dare atto che l’entrata connessa all’anticipazione e le spese connesse alla sua restituzione saranno iscritte nel bilancio di previsione dell’esercizio in corso e nei bilanci degli esercizi successivi;
5) di dare atto che il prestito non è soggetto a delegazione di pagamento, essendo assicurato con gli incassi dell’imposta municipale propria;
6) di impegnarsi ad utilizzare le somme per l’immediata estinzione dei debiti certi, liquidi ed esigibili alla data del 31 dicembre 2012 di parte corrente e di parte capitale, dando priorità, nel rispetto dei criteri previsti dall’articolo 6, comma 9, del decreto legge n. 35/2013, ai crediti non oggetto di cessione pro-soluto e, tra questi, ai crediti più antichi;
7) di accertare, ai fini del controllo preventivo di regolarità amministrativa-contabile di cui all’articolo 147-bis, comma 1, del D.Lgs. n- 267/2000, la regolarità tecnica del presente provvedimento in ordine alla regolarità, legittimità e correttezza dell’azione amministrativa, il cui parere favorevole è reso unitamente alla sottoscrizione del presente provvedimento da parte del responsabile del servizio;
Il Responsabile del servizio finanziario
Cesidio Spacone

IL RESPONSABILE DELL’AREA
SPACONE CESIDIO

Scanno… chiesta anticipazione di liquidità per e u r o 1 . 0 2 6 . 4 3 2 , 66ultima modifica: 2014-06-25T17:40:20+00:00da vivrescanno
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento