Scanno … come non buttare al vento 825 mila euro???!!!!

image

La risposta ovviamente  è semplice, è sufficiente rispettare le regole concordate.

Un principio che si sa non sembra così tanto chiaro. Sul piano amministrativo poi dovrebbe essere notorio che da anni è prevista la netta separazione  tra l’organo politico e quello esecutivo; una regola che  in generale sembra essere applicata a differenza delle nostre parti dove vi è tanta confusione di ruoli. Una confusione che, nel caso,  indipendentemente dagli esiti del giudizio civile in corso costera’ tanto al paese.

Tuttavia sono anni e anni che si continua a dibattere di tale tema che è chiaro come l’acqua e cioe’ un finanziamento di 825 mila euro che si e’ buttato al avento per non avere rispettato le confizioni a cui era subordinato.
Con esemplificazione potremmo dire che se viene concesso un finanziamento per acquistare il televisiore si deve acquistare quel televisore.
Se e’ stato revocato evidente che cio’ non e’ avvenuto altrimenti il provvedimento andava immediatamente impugnato amministrativamente senza la necessita’ di far ricorso a delibere riparatrici peraltro risultate vuote della sostanza. I fondi nel bilancio (ovvero senza la cosiddetta copertura finanziaria).
Da anni sosteniamo che, per il paese,  sarebbe meglio guardare oltre nella consapevolezza che bisogna comunque andare avanti senza stravolgere la verità per evitare, ciò che è già accaduto, di perseverare negli errori.  A tal fine occorre guardare con realtà i fatti accaduti e documentati nel procedimento amministrativo.

1) Nel settembre del -2009  veniva avviato il procedimento di REVOCA

2) Nel mese di ottobre veniva  rinnovato l’invito a fornire la documentazione  richiesta  entro i termini dell’accordo pena revoca del finanziamento.

Revoca che, in assenza degli adempimenti richiesti, veniva effettuata.

aFatto che si evidenzia nella nota di risposta della regione del 6 marzo (acclusa) ai chiarimenti richiesti da Vivere Scanno proprio per avere certezze su un tema di grande rilevanza per il paese e per l’equilibrio del bilancio comunale.

3) 6 marzo _risposta a VIVERE SCANNO regione

Una nota che conferma la “revoca amministrativa” ancorché l’organo politico non l’ha adottata. Un atto peraltro non impugnato amministrativamente.

Tuttavia si e’ mantenuto nel bilancio ancorche’ fosse certa la revoca.

Ci domandiamo ancora oggi in base a quale regola contabile veniva tenuta in bilancio una entrata in presenza di una revoca amministrativa, peraltro senza assumere atteggiamenti prudenziali di bilancio.

Ma chi dovrebbe verificare la corretta applicazione delle regole contabili???

Scanno … come non buttare al vento 825 mila euro???!!!!ultima modifica: 2016-11-05T10:29:30+00:00da vivrescanno
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento