REGIONE: D’ALFONSO, INFRASTRUTTURE E MOBILITÀ TRA LE PRIORITÀ

dalfonso

UN PROGRAMMA CHE SEMBRA SCRITTO PROPRIO PER SCANNO!!

Un discorso di insiedamento che sembra proprio calzare per il nostro paese che ha assolutamente bisogno di infrastrutture e di servizi di mobilità. Auspichiamo solo che dalle parole si passi ai fatti. Cosa dire?

Fusse che fusse la vorta bbona!!!!!

 

LE GRANDI EMERGENZE SUI TAVOLI ROMANI (REGFLASH) – L’AQUILA, 19 GIU. Nel corso del suo intervento il Presidente Luciano D’Alfonso, in occasione della presentazione della nuova Giunta, ha parlato della “tre giorni romana” che lo ha visto questa settimana sostenere sui tavoli istituzionali della capitale priorità funzionali per l’intero territorio regionale. Innanzitutto, in un incontro con i vertici nazionali Anas si è parlato del completamento della Fondovalle Sangro, “infrastruttura indiscutibile di grande rilevanza, un’opera strategica per il sistema industriale della Val di Sangro e dell’intera regione”. I 70 milioni ancora necessari – si è detto – vanno rinvenuti nella legge di stabilità finanziaria, ma sono già stati collocati come richiesta nell’atto di programmazione interno della Direzione generale di Anas. Poi la viabilità da Amatrice a Bussi e la variante di Onna. Al centro di una riunione con i vertici nazionali di Trenitalia e Rfi, invece, convocata per parlare di emergenze, sono state messe in luce altre priorità sulle quali bisogna intervenire: ad esempio, la necessità di sbloccare 350 milioni di euro disponibili sul bilancio delle Ferrovie dello Stato per consentire la riduzione dei tempi di percorrenza per la Pescara-Bologna, elevando la velocità a 200 km orari attraverso un diverso contratto di servizio. Poi la Pescara-Roma che, attraverso una serie di accorgimenti tecnici (deviatoi a 60 km/h invece degli attuali 30, controllo centralizzato del traffico, ingresso contemporaneo di due treni in stazione) e l’arrivo di nuovo materiale rotabile, vedrà ridurre di 50-60 minuti il tempo di percorrenza. Infine, per la Pescara-L’Aquila si può arrivare ad un tempo di percorrenza di 75-80 minuti passando da Pratola Peligna e recuperando un tratto ferroviario in disuso che attualmente risulta essere nelle disponibilità di cantiere di Rfi. “Un Abruzzo – ha spiegato D’Alfonso – più vicino alle esigenze dei cittadini con il miglioramento delle vie di comunicazione, sanando un deficit infrastrutturale attraverso l’adeguamento delle linee ferroviarie dei pendolari e le opere stradali”. (regflash) K.S. 140619

REGIONE: D’ALFONSO, INFRASTRUTTURE E MOBILITÀ TRA LE PRIORITÀultima modifica: 2014-06-23T08:31:18+00:00da vivrescanno
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento