Regione: D’Alessandro lascia per fare spazio all’assessorato di Gerosolimo

image

RETE5.TV

PESCARA (ore 13:37) – Dentro, fuori, dentro. Le voci che si sono rincorse e accavallate, negli ultimi mesi estivi, sull’assessorato al consigliere regionale Andrea Gerosolimo, continuano sullo slancio della loro forza d’inerzia. Le ultimissime arrivano dalle labbra del sottosegretario alla giunta regionale Camillo D’Alessandro che, in conferenza stampa mattutina a Pescara, ci ha così aggiornato sul Toto assessori: “Ho comunicato al presidente Luciano D’Alfonso la mia disponibilità a lasciare il ruolo di sottosegretario alla Giunta regionale”… ha detto.

Pertanto, hanno dedotto all’istante gli addetti ai lavori, Abruzzo Civico con Gerosolimo potrà entrare in giunta sulla poltrona di Mazzocca, e di conseguenza Sel potrà restare in giunta con lo stesso Mazzocca che andrà ad agguantare il posto lasciato libero da D’Alessandro. Per la cronaca il nuovo posto da sottosegratario (che per gli ordinamenti regionali non dovrebbe neanche esistere), permetterà a Mazzocca di tenere con sé la titolarità sulle questioni ambientali.

“Il presidente D’Alfonso mi ha chiesto di continuare a seguire le materie di cui mi sono occupato – ha detto ancora D’Alessandro – e dunque, da consigliere regionale, manterrò le deleghe ai Trasporti e al Turismo. Da qualche settimana si è aperto questo giusto dibattito sugli assetti e sul rimpasto, altri avrebbero dovuto fornire le soluzioni, ma visto che non l’hanno fatto loro lo faccio io, perché il prolungarsi di questo dibattito non risponde alle attese dei cittadini”… ha concluso. Tutto chiaro, più o meno, ma occorre ora attendere la rispota di D’Alfonso, e poi quella di Gerosolimo che alcuni non danno affatto per scontata perché la sottile mente del governatore potrebbe rifilargli, sotto la poltrona, anche le questioni più scomode, parecchio scomode.

Regione: D’Alessandro lascia per fare spazio all’assessorato di Gerosolimoultima modifica: 2015-09-07T16:24:51+00:00da vivrescanno
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento