Quelle 45mila scosse in 5 mesi che l’Europa non vuol vedere

45 mila

Sono 45mila le scosse che hanno colpito il Centro Italia negli ultimi 5 mesi: 25 sono di magnitudo superiore a 4,5 gradi. Dopo il primo sisma del 24 agosto, già la scossa del 30 ottobre – la più forte, di 6,5 gradi – ci aveva preavvertito di quello che oggi appare con chiarezza: siamo di fronte a un fenomeno drammatico, nuovo e inedito, un terremoto «lungo» e profondo che ci costringe a rivedere strategie e politiche di ricostruzione e prevenzione. La prima a dover prendere atto di questo nuovo quadro di convivenza con il sisma è la Ue: la smetta con le regolette sulla flessibilità data con il contagocce e alzi lo sguardo oltre il livello burocratico per vedere che a essere a rischio scomparsa sono i borghi più belli d’Italia, un patrimonio fondamentale della storia e della vita dell’Europa.

 

www.ilsole24ore.com/art/notizie/45mila-scosse-5-mesi-che-l-europa-non-vuol-vedere-

Quelle 45mila scosse in 5 mesi che l’Europa non vuol vedereultima modifica: 2017-01-19T14:22:44+00:00da vivrescanno
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento