Scanno, il primo novembre come sempre tanto movimentato!

donne di scanno

Scanno, il paese ha registrato un buon movimento. Proseguono intanto i preparativi per  le glorie di San Martino.  In tanti a lavorare per vincere la sfida tra le varie contrade.

Quest’anno poi alle glorie e’ stato abbinato l’evento deguScanno che auspichiamo richiamerà tanti turisti.

Preparativi in corso anche per l’apertura del bacino di Collerotondo che dopo i lavori di revisione della seggiovia  torna ad aprire nella stagione invernale. Lanciata la campagna promoziale su Facebook, con l’invito di prenotare la tua vacanza di Natale nel nostro paese.

image

Tutto fa pensare ad una buona stagione, l’auspicio ovviamente  e’ a partire dalla Concezione arriverà la  neve necessaria anche per rimpolpare le portate dei fiumi che sfociano sul Lago!!!

Scanno, l’ex Sindaco di Scanno contro il Comune di Scanno per il mancato pagamento delle somme di fine mandato 1998-2003!!

Albo

Albo

Scanno, pubblicata la delibera con la quale il Comune di oppone al decreto ingiuntivo promosso dall’ex Sindaco di Scanno “E. Gentile” per il mancato pagamento di somme riferite al mandato di Sindaco svolto dall’1998 al 2003.

Il Comune si opone in quanto sembrerebbero trascorsi termini della prescrizione previsti per richiedere mancati pagamenti.  Non è chiaro se trattasi della prima richiesta ovvero ve ne sono state in precedenza considerato che Gentile è stato amministratore anche in periodi successivi. Tutto è possibile non vorremmo che tra i tanti documenti dispersi vi siano anche questi.

Quel che è certo è che Gentile ha aperto un contenzioso “contro” il Comune e quindi sembra in questo momento “incandidabile” alle prossime elezioni amministrative. I tempi  del giudizio, a meno che l’ex Sindaco non rinunci, crediamo che non siano brevi anche perché siamo “solo al primo round” (Giudice di Pace)!!!

Delibera_giunta_n_90

Scanno, la Giunta da Mandato all’Avv. Maiorano di recuperare gli 825 mila euro del finanziamento regionale a suo tempo revocato!

prima da noi foto
Scanno, pubblicata nell’albo pretorio on line la delibera con la quale la Giunta, dopo inutili e numerosi socceciti, ha dato mandato ad un legale di procedere alla esecuzione della Sentenza con la quale è stato riconosciuto al Cimune di Scanno il diritto di riottenenere il finanziamento regionale di  825 mila euro.

Ricordiamo che il finanziamento,  che risale ormai a circa dodici anni anni, fu revocato dalla Regione abruzzo in quanto non rendicontati i lavori entro i termini previsti dagli accordi sottoscritti con il Comune.

Successivamente, vista ormai la sua scadenza, la giunta regionale deliberò un nuono finanziamento che però non fu mai liquidato per “manvata” copertura nel bilancio regionale. Dopo diversi e infruttuosi tentativi di comporre bonariamente la cosa, il Commissario prefettizio diede incarico ad un legale per il recupero forzoso delle somme.

Vale la pena precisare che tale mancato finanziamento ha messo in grave difficoltà le casse comunali e di fatto fatto chiudere anticipatamente l’Amministrazione Giammarco.

Auspichiamo quindi che finalmente sia messa – con l’esecuzione della sentenza – la parola fine ad una delle vicende più buie del nostro paese.

 Regione abruzzo delibera_giunta_n_91

Scanno, la strada giusta di Fratturelli Alessandro

IMG_7220

LA STRADA GIUSTA

Scanno,26.10.2017

Ecco alcuni dei passi dell’intervento di Fratturelli caratterizzato come sempre da puntuali riferimenti a normative e/o deliberazioni.

Inizia con il condividere le preoccupazioni  sullo stato  di criticità in cui versa la ex 479  e sugli sforzi da compiere per invertire l’attuale situazione dell’unica via di accesso al Parco Nazionale ed alla Valle Peligna che non è rientrata tra quelle tornate  all’Anas.  Sottolineando in particolare come l’ipotizzato investimento (di Euro 10 milioni)  per la definitiva messa in  sicurezza della ex statale sia stato nei fatti sostituito vari interventi tampone non risolutivi.

Come peraltro da noi piùvolte sottolineato mette in risalto come  da questa ed altre sconfitte emerga il bisogno di  compattezza dei nostri centri, comunità che necessitano di aggregazione sociale, unione, massa critica e, dunque, ne sono convinto assertore, di fusione, altrimenti risultiamo deboli, sfilacciati, isolati. Una opportunità oggi più di ieri concreta visto gli ingenti incentivi  (sui Comuni sotto i 5000 abitanti)  che si aggirano a  Euro 100 milioni fino al 2024.

Un processo che peraltro potrebbe essere velocizzato  se la politica mettesse in pratica il Patto Territoriale, firmato congiuntamente a Provincia e Regione,  che porterebbe alla fusione della  Valle Peligna con l’Alto Sangro  che garntirebbe quella forza necessaria per contare e che  oggi non abbiamo.

Sarebbe quindi LA STRADA GIUSTA da imboccare per dare un svolta decisiva al nostro territorio. Come a dire basta con le chiacchiere e diamo una risposta concreta ai problemi che attanagliano il nostro territorio creando una grande comunità che possa dire la sua nelle sedi opportuni.

LA STRADA GIUSTA

Scanno, collegamento con Roccaraso al capolinea?

scanno-neve

Scanno, sono decenni che si parla del collegamento con Roccaraso un sogno  insomma che ritorna periodicamente senza che di concreto vi sia nulla. Salvo per Roccaraso ovviamente che continua ad investire e potenziare la sua presenza nel mercato invernale e non solo.

E’ vero che Roccaraso, rispetto a noi,   è costretto ad investire tanto. Non ha infatti  certo le nostre  risorse e soprattutto un simbolo come il costume scannese, da  moltissimi anni l’immagine dell’Abruzzo nel mondo. Ma altrettanto vero che non possiamo “puntare” i sogni  per nascondere  la incapacità di metterle a frutto.

Il rischio infatti che si corre è che anche nella prosima campagna  elettorale  si porti nuovamente un “libro dei sogni” per mantere posizioni e poltroni. Seve una fase nuova, con progetti concreti che possano avere luce nel breve e medio periodo, di chiacchiere crediamo ne sono state fatte tante con i risultati che sono sotto gli occhi di tutti.

La fusione dei comuni della Valle del Sagittario (ormai nei fatti) potrebbe portare da sola “dieci milioni di euro” in dieci anni, fondi che una amministrazione seria e coesa potrebbe cambiare radicalmente la situazione del nostro territorio.

 

Sci, piste più larghe e più verdi: ecco le novità dei tracciati di Skipass Alto Sangro Sci, piste più larghe e più verdi: ecco le novità dei tracciati di Skipass Alto Sangro

Corriere Peligno

Montate anche nuove reti di protezione di ultima generazione. Alla vigilia della partenza della nuova stagione turistica invernale l’Alto Sangro, dopo una serie di innovazione e potenziamento delle strutture, lancia la nuova sfida scommettendo sulla varietà delle proposte e sulla qualità dei servizi

Scanno, arriva il formale affidamento del bacino di collerotondo. Precisati gli obiettivi del contratto!e i

Albo

Albo

Scanno. Dopo le indiscrezioni trapelate nei giorni scorsi arriva dall’albo pretorio la conferma ufficiale che il bacino è stato affidato allo stesso gestore che l’ha tenuta nella stagione estiva. Diversi gli operatori invitati ma una sola offerta è pervenuta entro i termini del bando.

Un buona notizia che da continuità al ritorno del bacino di collerotondo anche nella stagione invernale ormai alle porte che dovrebbe partire, neve permettendo, il prossimo 8 dicembre.

Leggendo gli obiettivi del contratto evidenziati nella determina sembra esserci, rispetto alle voci,  ancora qualche apertura all’avvio di tutti gli impianti.

Determina_n_150 Affidamento collerotondo_ determina_n_150