Convocazione consiglio comunale seduta straordinaria sabato 25 novembre 2017

Albo

Albo

Scanno, sull’albo pretorio è stata annunciata per il prossimo 25 novembre 2017 un consiglio comunale. L’ordine del giorno non è ancora disponibile sul sito on line ma crediamo che si annuncia un’altra serata dai tanti risvolti.

Le ultime vicende hanno creato nella casa comunale tanta preoccupazione tra il personale che mostra sconcerto. Intanto l’Amministrazione sta cercando di correre ai ripari. E’ stato infatti nominato “l’economo” una figura che praticamente era assente con la conseguente assenza di una responsabilità formalmente conosciuta.

Si torna intanto  a parlare di altre vicende che hanno procurato alle casse comunale qualche problema di equilibrio. Le anose questioni che vanno sotto il nome di Amodei e Spinosa. Situazioni diverse accomunate dai danni che hanno creato.  Vicende che non senbrano chiuse anzi. Si aspetta che sia fatta piena luce sui fatti che hanno caratterizzato una lunga stagione di decadimento e  si possa  così   avviare una nuova fase.

Per Scanno lo auspichiamo!!

 

Scanno, torna il Commissario?

corte-dei-contiScanno, l’intervento della Corte dei Conti sembra aver nuovamente paralizzato il nostro paese.

C’è chi immagina il prossimo arrivo di un Commissario per traghettare il paese alle prossime elezioni. La cosa curiosa è che tale evenienza viene auspicata da chi in passato aveva gridato allo scandalo per l’arrivo del Commissario nella passata amministrazione.

Ricordiamo che il contesto era completamente diverso infatti la situazione per il paese era divenuta preoccupante anche per la superficiale gestione di fondi assegnati al nostro comune nel lontano 2005 (ovvero ben tredici anni or sono). Un fatto che la dice lunga sui perché e i come il paese sia arrivato all’attuale situazione.

Adesso crediamo che quel che serve al paese è una squadra di governo che, in discontinuità del passato, possa mettere in atto quelle iniziative indispensabili a ridare al paese fiducia, slancio e credibilità.

Scanno: sequestrato immobile a dipendente comunale

La Guardia di Finanza di L’Aquila ha sequestrato un immobile del valore di 82 mila euro a un dipendente del Comune di Scanno.

Scanno: sequestrato immobile a dipendente comunaleRETE8.it. Nei giorni scorsi è stato eseguito dai militari del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di L’Aquila un sequestro conservativo per un importo di 82.000 euro, disposto dalla Procura Regionale della Corte dei Conti di L’Aquila – Sezione Giurisdizionale per l’Abruzzo.

Il sequestro patrimoniale, ha per oggetto un immobile situato nel Comune di Scanno nonché quello del quinto dello stipendio fdi un dipendente del medesimo comune, è la conseguenza del danno arrecato, secondo gli investigatori, alle pubbliche finanze. Infatti, la Procura della Corte dei Conti ha individuato le responsabilità amministrative nei confronti di un uomo di 61 anni il quale, nella sua veste di “Economo e responsabile del servizio finanziario” del comune di Scanno, “ha commesso gravi condotte gestionali, omettendo il previsto versamento presso la Tesoreria dell’Ente di appartenenza delle somme raccolte, in contanti, dagli agenti contabili comunali, e non rispettando, quindi, l’ordinamento finanziario e contabile degli Enti locali”.

RETE8.IT

Scanno, l’ufficio stampa del Comune smentisce le voci circolate sulla stampa locale !

COMUNICATO STAMPA COMUNEIl  Comune di Scanno, tramite l’ufficio stampa, in data odierna ha pubblicato sul sito Istituzionale, in seguito alle voci diffuse di piazza,  una doverosa precisazione in ordine alla corretta  Applicazione della TARI 2017 e le modalità di versamento.

Ci viene da osservare come ci sia qualcuno che senta il bisogno di  aggiungere ai tanti problemi che abbiamo degli ulteriori creando nel paese solo confusione. E’ quanto emerge dal comunicato dell’ufficio stampa che parla chiaramente di semplici “chiaccchiere di piazza”.

SCANNO il Comunicato  completo

Continua a leggere

SCANNO: Avviso sull’applicazione della TARI 2017 e le modalità di versamento

Scanno logoSul sito istituzionale, in relazione alle recenti informazioni di stampa relative all’errata applicazione della Tari avvenuta in diversi comuni italiani, con la duplicazione del tributo versato,  il Comune di Scanno ha precisato che ha correttamente applicato la tariffa variabile sui componenti del nucleo familiare e cioè una sola volta sul nucleo familiare e relativa abitazione di residenza, unitamente alle pertinenze dichiarate (cantine, autorimesse).

L’Ufficio Tributi comunale ha recapitato, nei giorni scorsi, a tutti i cittadini possessori di immobili gli avvisi con l’indicazione delle somme da versare e con due modelli di versamento F/24, di identico importo, per il pagamento del tributo in due rate scadenti il 31 ottobre ed il 30 novembre 2017, ovvero in un’unica soluzione utilizzando entrambi i modelli, senza costi aggiuntivi.

Allegati

Nome Dimensione
Allegato SCANNO Comunicato.pdf 320.07 KB

Cinema Pacifico, il ritorno. Giovedì 23 l’attesa riapertura

image Il cinema Pacifico riapre il prossimo 23 novembre dopo sei lunghissimi anni, nel nuovo look e soprattutto nel nuovo impianto digitale.

Ad aprire le porte e la stagione della sala ritrovata sarà il film commedia di Vanzina “Caccia al tesoro” con Vincenzo Salemme e Carlo Buccirosso. L’entusiasmo è tanto per Giuseppe Armenise e il suo staff di Virdiana Cinematografica di Bari che parlano di una scommessa  a cui sperano possa coincidere una risposta vitale e calorosa della cittadinanza.

Completamente rinnovato  da il via ad un folto programma  al quale il Pacifico si presta e merita”.

 

Fratelli d’Italia di Mameli finalmente è da oggi ufficialmente l’inno dell’Italia

imageCon il titolo Il canto degli italiani, l’inno di Mameli, conosciuto universalmente come Fratelli d’Italia, diventa inno ufficiale della Repubblica italiana.

Oggi (ieri per chi legge) 15 novembre la commissione Affari costituzionali del Senato ha approvato in sede deliberante il disegno di legge per la sua istituzionalizzazione, dopo che l’omologa commissione alla Camera aveva dato il suo ok al provvedimento il 25 ottobre scorso.

Finalmente quindi  l’inno di Mameli e’ divenuto ufficialmente l’inno d’Italia. L’inno fu scelto nel 1946 come provvisorio, ma da allora in poi nessuna legge lo aveva reso definitivo

Pd, per noi L’Aquila è il capoluogo di Regione

 

image
A distanza di 47 anni riesplode in Abruzzo una questione delicata e ormai sancita nello Statuto regionale dopo una fase travagliata che procurò tensioni, polemiche e rivolte popolari sia a Pescara che a L’Aquila.

Furono giorni difficili superati solamente dal grande lavoro di uomini straordinari che in quella stagione difficile componevano l’Assemblea regionale. Un passo indietro che crediamo non faccia altro che distogliere le energia dalle cose assolutamente necessarie per il nostro territorio.

Oggi nel corso di una conferenza stampa a scanso di equivoci i vertici del Partito Democratico abruzzese hanno voluto spazzare via il vento della contestazione che è tornato a soffiare in questi giorni. leggi tutto l’articolo