Vivere Scanno: come e perché impegnarsi per il paese.

lago di scannocropped-costume.jpg

Vivere Scanno: come e perché impegnarsi per il paese.

cropped-cropped-logo-vivere-scanno.jpgIl paese è dilaniato da annose contrapposizioni interne ai partiti che hanno lentamente fatto fare al paese passi indietro, perdendo di conseguenza le posizioni di primato occupate per lungo tempo.  Il sistema sotteso era animato dal raggiungimento di “rendite di posizioni” che consentissero di coltivare consensi a spese della collettività.

Nella piena consapevolezza che tale sistema non è più sostenibile, da diversi anni abbiamo proposto un patto con la società civile necessario per il  cambiamento e per trovare la più ampia convergenza possibile sulle cose da fare per costruire, insieme, una  squadra di governo  in grado di dare soluzione alle  problematiche che attanagliano il paese.

Con coerenza abbiamo proseguito nel tempo il nostro impegno nella consapevolezza che sia  necessario creare una discontinuità con il passato attraverso un indispensabile confronto con tutti,  franco e trasparente,  dove ognuno debba fare ogni sforzo necessario a rispondere ai diversi bisogni della collettività, tra i quali  nei primo posti emerge la necessità di uscire presto da una crisi che si fa sentire sempre di più. Confronti aperti a chiunque condivida le ambiziose finalità.

E’ indispensabile, a tal fine,   che ognuno, superando le logiche “di parte”, si metta in discussione mettendo le proprie esperienze e competenze  al servizio del paese e creando una comunità fortemente coesa in grado di  aiutare Scanno a crescere e prosperare. Un ambizioso obiettivo che richiede ad ognuno di agire con la volontà dello stare insieme secondo regole della “Buona Creanza” e avendo in animo un unico scopo “il bene del paese e basta”.

Vivere Scanno, quindi uno spazio di libertà aperto a tutti per la rinascita del nostro paese.

 

 

Scanno, pubblicato sull’albo il terzo pagamento dei lavori sulla Seggiovia!

Albo

Albo

Scanno. Pubblicato l’importo del terzo acconto dei lavori in funzione dello Stato di Avanzamento dei Lavori. Al 24/4/2017 l’importo complessivo approvato è pari a circa 485 mila euro  dei circa 533 mila totali al netto del ribasso; pertanto risultano ancora da eseguire lavori poco meno di 50 mila euro.

Considerato che “mediamente”, nel periodo trascorso dall’affidamento dell’appalto,  sono state eseguite lavorazioni pari a circa 27 mila euro mensili c’è da ritenere che per il completamento dei lavori occorra quantomeno un altro mese di lavoro e quindi, fatti salvi i tempi per le attività di collaudo ed altre attività varie, l’impianto dovrebbe essere pronto all’uso ai primi di luglio ovvero alle porte della prossima stagione estiva .

Una domanda viene allora spontanea, come si poteva immaginare di far partire il bacino di collerotondo a Natale se occorrevano ancora diversi mesi di lavoro?

Auspichiamo che gli intoppi siano finiti e che in effetti questa estate si possa rivedere l’impianto in funzione; sarebbe quindi opportuno che sia chiusa la procedura di affidamento della seggiovia per eviatre  un’altra stagione di passione!!!

E’ nato il Coordinamento “Democratici Cristiani per l’Abruzzo”

Sembra che la bocciatura delle riforme costituzionali stia facendo rivivere un po’ del passato. I proverbi sembrano non fallire mai per questo i tanti partiti e partitini creati nella 2a e 3a repubblica spinge a pesare “stavamo meglio quando stavamo peggio”.

Il problema è che indietro non si può tornare perché il contesto internazionale attuale è completamente diverso da quello di trenta-quaranta anni fa. Nel frattempo sono caduti i muri, è nata l’Europa il mercato è divenuto “globale” il che obbliga i singoli stati ad avere una filiera decisionale semplice e rapida.

E’ pertanto necessario dare soluzioni tempestive che possano consentire di reggere il passo con gli altri puntando sulle nostre risorse che fortunatamente non sono poche anzi.

 

TORNANO I DEMOCRATICI CRISTIANI PRE L’ABRUZZO

Scanno, questione Spinosa. L’amministrazione intenzionata a recuperare i 100 mila euro di danni!!

corte-dei-contiScanno. Il Comune, come anticipato nei mesi scorsi, è intenzionato a recuperare il danno erariale che la Corte dei Conti non ha potuto addebbitare per la mancanza della necessaria documentazione. Una decisione che è stata approvata all’unanimità da tutto il consiglio.

Sull’argomento l’ex Sindaco Gentile ci ha fatto presente che è sua intenzione fare di tutto affinché siano individuate tutte le responsabilità. Un fatto di grande novità perché ciò sta a significare che i cittadini potranno evitare ulteriori sacrifici per ripianare i danni subiti.

Non comprendiamo l’attacco all’amministrazione che oggi è stato pubblicato su un giornale locale. Infatti se si chiede chiarezza allora che chiarezza sia !!!!

Al via a Villalago la XX^edizione del Convegno di Pedagogia

L’appuntamento culturale e scientifico nel borgo della Valle del Sagittario ripropone un appuntamento di straordinaria importanza che per tre giorni chiama a confronto insegnati, pedagogisti, studenti e operatori del mondo della scuola sull’attualità dei problemi del momento e per individuare i percorsi per la scuola del domani-

Corriere peligno