Matrimonio – incompatibilità celebrante

IMG_5896
SE.GE
Matrimonio – incompatibilità celebrante

L’evoluzione dei costumi e’ sempre piu’ rapida e di conseguenza la normativa deve correre per stare al passo dei giorni d’oggi.

Le curiosita’ sono sempre piu’ frequenti tanto che nei discorsi giornalieri e’ sempre piu’ difficile dare risposte tempestive a quesiti come sd esempio chiarire eventuali incompatibilita’ del celebrante matrimoni civili.

Per fortuna c’e’ la rete che viene in soccorso e ci precisa come l’art. 6 del D.P.R. 396/2000 dispone che: “L’Ufficiale di Stato Civile non può ricevere gli atti nei quali egli, il coniuge, i suoi parenti e affini in linea retta in qualunque grado intervengono come dichiaranti. Se ne ricava, pertanto, che in caso di celebrazione di matrimonio l’U.S.C. non lo può celebrare ai suoi parenti e affini in linea retta.

Diverso sembra il caso di matrimonio dove il celebrante faccia parte di CULTI AMMESSI, LEGGI DI INTESE o CATTOLICO.
Da quanto sopra sembra confermato che il celebrante matrimoni civili non possa essere un parente in linea diretta!!

Sappiamo che il tema ad oggi non ha carattere ordinario tuttavia visto alcuni cultori delke rehe si sono posti il problema abbiamo voluto chiarire la cosa.

 

Matrimonio – incompatibilità celebranteultima modifica: 2016-10-08T21:18:59+00:00da vivrescanno
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento