In Abruzzo dopo neve è emergenza frane

Rischia fascia pedemontana Gran Sasso province Pescara e Teramo

(ANSA) – PESCARA, 8 FEB – Dopo il maltempo in Abruzzo è emergenza frane. Se smottamenti si registrano su tutto il territorio, l’area più a rischio “è la fascia pedemontana del Gran Sasso pescarese e teramano, per via delle caratteristiche del terreno”, come spiega il sottosegretario alla presidenza della Giunta regionale con delega alla Protezione civile Mario Mazzocca. Le situazioni più critiche a Villa Celiera (Pescara) e Castiglione Messer Raimondo (Teramo) dove sono in atto due movimenti franosi imponenti, con conseguente ordinanza di sgombero di alcune abitazioni. Le zone più a rischio sono proprio quelle in cui si stanno verificando le due frane cioè l’area Vestina, nel Pescarese, e la Valle del Fino, nel Teramano. A Penne, a causa di una frana, sono rimaste senz’acqua le contrade Villa Degna e Collemaggio, oltre alla località Piane di Castiglione Messer Raimondo; i tecnici dell’Aca sono al lavoro.

In Abruzzo dopo neve è emergenza franeultima modifica: 2017-02-10T08:11:54+00:00da vivrescanno
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento