Il centro turistico Tassico-Coda potrebbe essere smantellato

La notizia è stata ripresa da ZAC7.it.


Il Tar ha accolto il ricorso del privato i cui terreni sono stati espropriati per la costruzione

Il centro turistico Tassico-Coda di Villalago rischia la chiusura, questo si evince dalla decisione del tribunale amministrativo regionale.

Si tratta una di una trentina di appartamenti e di un hotel, ancora in costruzione, costruiti nel territorio del comune di Villalago sui terreni di un privato. Proprio il privato ha fatto ricorso, accettato dal tribunale, perchè i terreni gli sarebbero stati espropriati senza una regolare procedura.

I lavori di sbancamento iniziarono nel ’99 ma gli espropri furono comunicati un anno e mezzo dopo, in più i lavori di costruzione iniziarono nel 2008, ben oltre il termine di 5 anni stabilito dalla legge affinchè gli atti espropriativi dei terreni per interesse pubblico siano giustificati dall’opera. Il comune di Villalago si difese adducendo come motivazione l’iter burocratico che si dimostrò molto lungo.

Ma il Tar non ha accolto tale giustificazione e l’ha rigettata. Per gli avvocati del privato al comune non restano che due strade da percorrere, o restituire i terreni così come erano all’inizio, ovvero smontare gli appartamenti e l’hotel, oppure iniziare una transazione per un indennizzo. Come ultima chance, potrebbe effettuare un decreto di esproprio a sanatoria ma a quel punto oltre il valore dei terreni, dovrebbe calcolare anche quello del danno causato al privato.
sdb

Il centro turistico Tassico-Coda potrebbe essere smantellatoultima modifica: 2013-04-30T18:20:00+00:00da vivrescanno
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento