Giunta tematica: Punto Nascita in standby e 82mln per la Valle Peligna


Sospensione del procedimento di chiusura del reparto per i prossimo sei mesi durante i quali ci sarà una Conferenza dei Servizi

 

image
Dalla Giunta tematica che si è tenuta questa mattina a Sulmona presso l’Abbazia celestiniana sembra si vada verso  una sospensione di sei mesi del procedimento di chiusura  per approfondire meglio la problematica. Una apertura quindi alle forze che si oppongono al provvedimento che avranno modo di far valere le proprie ragioni.

La seconda notizia riguarda l’arrivo dei fondi per la valle peligna per mettere in sicurezza le strade.

 

Fonte: ZAC7

Sono due le notizie che emergono al termine della Giunta tematica che si è tenuta questa mattina a Sulmona presso l’Abbazia celestiniana. La notizia più attesa circa il Punto Nascita parla di una sospensione del procedimento di chiusura per i prossimo sei mesi, durante i quali ci sarà una Conferenza dei Servizi in cui si discuterà quella che poi dovrà essere la decisione finale, cioè la chiusura del reparto garantendo però la sicurezza dei cittadini, fattore sicurezza più volte sottolineato dall’assessore Paolucci. Durante la conferenza dei servizi verrà preso in esame il parere dell’Agenas e lo studio sulla viabilità e i tempi di percorrenza elaborato dal Presidio che dallo scorso 27 marzo occupa l’aula di Palazzo San Francesco a Sulmona.
La seconda notizia di giornata riguarda invece 82 milioni di euro che saranno investiti sulla Valle Peligna, non si tratta però di fondi “extra” ma riguarda la summa di opere già messe in cantiere, come ad esempio la messa in sicurezza delle strade colpite dagli eventi franosi.

Le reazioni – “Non siamo soddisfatti – commenta Luigi La Civita intervenuto come portavoce del presidio che occupa Palazzo San Francesco in difesa del punto nascita – prendiamo però per buono il periodo di sei mesi durante i quali lavoreremo per dimostrare la validità delle nostre ragioni e soprattutto l’insufficienza di chi pensa di affidare ad un elicottero la soluzione dei casi di emergenza. Cosa accadrà nel caso in cui ci saranno condizioni meteo avverse? Nel frattempo siamo pronti a mettere sul tavolo di discussione tutte le delibere dei comuni e le diffide ad personam così come annunciato nelle scorse settimane”.

L’intervento di Paolucci – “La delibera dal punto di vista sanitario è molto significativa. Sulla questione però va aperto un confronto serio, non bisogna creare aspettative. Circa i punti nascita è stato fatto più volte l’esempio della Toscana. In Toscana rispetto a noi c’era una campagna elettorale in corso e adesso vedremo cosa accadrà nei prossimi anni. Quando si parla di sanità e del punto nascita non si può prescindere dal concetto di sicurezza, in Abruzzo, e questo nessuno lo dice, abbiamo la mortalità infantile ad una percentuale tre volte superiore a quella della Toscana. Nel caso specifico di Sulmona ci sono dei numeri che parlano chiaro e il nostro obiettivo come governo regionale è quello di investire su questo presidio cercando di renderlo un polo di eccellenza per l’ortopedia, vista anche la vicinanza di altri territori ad alta vocazione turistica come Roccaraso. Inoltre abbiamo il tema degli anziani, sono circa 550mila quelli che rischiano di vivere in uno stato di abbandono a cui noi dobbiamo dare risposte”.
Redazione

postato il 12/6/2015 alle ore 13:31

Giunta tematica: Punto Nascita in standby e 82mln per la Valle Pelignaultima modifica: 2015-06-13T16:13:01+00:00da vivrescanno
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento