Circolo PD di Scanno. Seggiovia Scanno Collerotondo.

Si trasmettono, in allegato alla presente mail,

la lettera inviata al Sindaco di Scanno sul problema Seggiovia e, per opportuna conoscenza, la lettera del 04 aprile u.s.(clicca qui per leggere la lettera del Sindaco a Provincia.jpg)


Distinti saluti

Il coordinatore del Circolo PD di Scanno

Pietro Spacone

 Circolo di Scanno

LETTERA APERTA AL SINDACO DI SCANNO

 Scanno, 22 giugno 2012

 Al Sindaco di Scanno

 P. Giammarco

 SCANNO (AQ)

 p.c.                Al Presidente della Provincia dell’Aquila

 A. Del Corvo

 L’AQUILA

 Al Consigliere Provinciale

 Capogruppo del PD

 E. Mastrangioli

 L’AQUILA

 AL Consigliere Provinciale

 Capogruppo dell’UDC

 Gerosolimo

 L’AQUILA

 Al Consigliere Provinciale

 Capogruppo dei Democratici

 A. Fusco

 L’AQUILA

  Oggetto: Seggiovia di arroccamento Bacino Scanno Collerotondo.

 In riferimento alla nota, di pari oggetto, trasmessa, in data 04 aprile u.s., dalla S.V. al Presidente della Provincia dell’Aquila, il Circolo del Partito Democratico di Scanno esprime sul metodo seguito dubbi e perplessità.

 Una problematica così importante, che impegna le casse comunali per svariati centinaia di migliaia di euro, non può essere affrontata con una semplice lettera e senza che a monte ci siano state determinazioni assunte nelle sedi istituzionali competenti.

 La problematica, a nostro avviso, doveva essere discussa in Consiglio comunale, coinvolgendo preventivamente anche tutte le realtà economiche, politiche e sociali del paese e le decisioni consequenziali dovevano essere trasmesse con un atto deliberativo.

 Dubbi e sconcerto il Partito Democratico di Scanno esprime anche rispetto alla proposta contenuta nella missiva in quanto la stessa non è accompagnata da un’approfondita analisi costi benefici tale da giustificare l’iniziativa del Comune.

 Risulta impossibile, pertanto, esprimere con convinzione e consapevolezza qualsiasi considerazione in merito alla proposta stessa.

 Preme, inoltre, sottolineare, nella certezza di interpretare il pensiero della stragrande maggioranza degli Scannesi, che è un gravissimo errore liberare la Provincia dell’Aquila dalle responsabilità che ha sul nostro territorio.

 La Provincia è proprietaria della seggiovia di arroccamento Scanno Collerotondo per cui ha il dovere istituzionale di mantenerla in piena efficienza e perfettamente funzionante.

 La seggiovia va considerata come una strada che collega Scanno con  Collerotondo e pertanto è compito della Provincia provvedere alle manutenzioni ordinarie e straordinarie.

 Inoltre è opportuno ricordare alla stessa Provincia che:

 1)  il Comune di Scanno ha gestito, per oltre 10 anni, insieme con la Provincia, nella Società Bacini S.p.a., la seggiovia di arroccamento spendendo, anche per le varie manutenzioni, oltre un miliardo di vecchie lire;

 2)  se oggi la seggiovia ha un determinato valore è anche grazie ai costi sostenuti dal Comune di Scanno. La Società Bacini è stata superata nell’anno 2006 ed oggi chi beneficia degli investimenti effettuati anche dal Comune di Scanno sulla seggiovia è solo e soltanto la Provincia dell’Aquila;

 3)le manutenzioni straordinarie sono state effettuate nel 2006 dalla Provincia prelevando, d’intesa con la passata Giunta regionale, ben 175.000 euro dal milione di euro destinato dalla stessa Regione al Comune di Scanno;

 4)i terreni su cui insiste la seggiovia sono di proprietà del Comune di Scanno e non risulta avvenuta all’attualità nessuna regolarizzazione da parte della Provincia;

 5)vendere oggi la seggiovia ad un terzo, senza attendere la conclusione dell’asta di vendita dei beni della fallita Società Valle Orsara, significa penalizzare ulteriormente i soci della stessa società;

 6)  a seguito della trasformazione della Società Bacini S.p.a. in Società S.r.l. – unico socio il Comune di Scanno – lo stesso Comune vanta un credito nei confronti della Provincia richiesto con una lettera di circa 5 anni fa.

 Alla luce delle considerazioni sopra riportate il Circolo del Partito Democratico di Scanno chiede:

 -al Sindaco di Scanno di congelare la lettera del 04 aprile scorso e di convocare, previa realizzazione di uno studio costi benefici, uno specifico Consiglio comunale aperto al contributo delle realtà economiche, politiche e sociali del paese al fine di ricercare sull’argomento seggiovia unità d’intenti e d’azione;

 -al Presidente della Provincia di aprire un confronto costruttivo col Comune di Scanno al fine di assumere congiuntamente decisioni condivise sul futuro della seggiovia.

 Nel restare a disposizione per qualsiasi approfondimento e certo di una positiva valutazione, il Circolo PD di Scanno invia i migliori saluti.

  Per il Circolo PD di Scanno

 Il coordinatore

 Pietro Spacone

 

 

Circolo PD di Scanno. Seggiovia Scanno Collerotondo.ultima modifica: 2012-06-26T07:02:00+00:00da vivrescanno
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento