Scanno….Debiti per quasi un milione approvati fra le polemiche

La Corte dei Conti ancora un rinvio???!!!

Primi commenti sul Centro sul consiglio comunale che ha visto il riconoscimento di circa un milione di euro di debiti fuori bilancio.

Una formula tecnica che indica l’assunzione di impegni economici per situazioni di emergenza e imprevedibili che non possono attendere il necessario preventivo assenso del consiglio comunale.

Perla verita’, a vedere le tipologie di debiti che sono stati resi pubblici sin qui, si fa veramente fatica ad inquadrarli in tale procedura che ha impegnato il consiglio fino a notte fonda.

Ci riferiamo alle spese legali per contenziosi pluriennali, al mancato incasso di corrispettivi derivanti da concessioni, al mancato versamento di corrispettivi per servizi comunali ordinari.

image


SCANNO. Oltre 350mila euro di debiti fuori bilancio solo per le spese legali. Questa la somma più consistente che il consiglio comunale di Scanno è stato chiamato ad approvare per sanare i “buchi” di moneta del Comune, che ammontano complessivamente a poco più di 973mila euro. Ci sono volute ben 13 ore di discussione infatti per analizzare e riconoscere le esposizioni economiche prodotte dai passati amministratori comunali, ma non autorizzate dagli uffici finanziari municipali. Una cinquantina di istanze di pagamento che gli attuali amministratori hanno segnalato alla Corte dei conti per accertarne eventuali responsabilità sulla gestione. Già dallo scorso anno è stata avviata un’indagine sul bilancio in rosso del Comune da parte della magistratura contabile, che non è riuscita ancora a fare chiarezza. Ieri i giudici della Corte dei conti hanno ricevuto il sindaco Pietro Spacone, assieme al vice Luca Silvani, il consigliere delegato al Bilancio, Roberto Nannarone, e il responsabile dell’area finanziaria municipale Cesidio Spacone. Ma ancora una volta hanno chiesto altro tempo per fare ulteriori verifiche sui conti pubblici. Altri consistenti debiti fuori bilancio approvati dal consiglio comunale sono stati i 200mila euro relativi alla fornitura della corrente elettrica da parte dell’Enel agli impianti sciistici di Monterotondo e i 110mila euro relativi ai servizi della Cooperativa gestione servizi ambientali prodotti nel 2011. «Abbiamo tolto tutta la polvere che era sotto il tappeto» commenta Nannarone «ma penso che non abbiamo finito».
Più duro il capogruppo Amedeo Fusco: «Invieremo alla Procura i passati bilanci comunali per eventuali violazioni di carattere penale».

Scanno….Debiti per quasi un milione approvati fra le polemicheultima modifica: 2014-06-07T20:50:01+00:00da vivrescanno
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento