Dal Gazzettino della Valle del Sagittario riprendiamo il volantino distribuito sul tema delle pietre!!!

… un volantino che da una parte si fa carico delle preoccupazioni del paese e dall’altro conferma quando sia inadeguata la Maggioranza a governare!! Una Maggioranza che è nata male, con uno strano e ancora dubbioso  ripescaggio della lista, e proseguita peggio con errori gravi che hanno crato una frattura netta con il paese. Auspichiamo che sia preso come insegnamento per evitare per il futuro di ripercorrere, spiccioli interessi di parte, gli stessi errori!!

Il nuovo se tale vuole essere deve assumersi la responsabilità delle azioni e imparare a “volare da solo” evitando così di craere “cloni” ovvero  fotocopie di un un passato che va messo definitivamente in soffitta e aperto un ciclo nuovo in concreto con idee e azioni orientate solo al bene comune.

Insomma pensiamo vada proseguito il percorso iniziato nel 2006 con l’apertura di un tavolo mettendo al centro “i bisogni del paese” e “squadra di governo” credibile e coesa svincolata dai vizi del passato motivata da un unico obiettivo la “rinascita di Scanno e della Valle del Sagittario”.

NOI PER SCANNO CI SAREMO!!!!!!!!
 

 IL VOLANTINO DISTRIBUITO A SCANNO

Dal coordinatore PD e dai consiglieri comunali Fusco e Silvani

La stragrande maggioranza dei cittadini di Scanno è fortemente preoccupata, per i lavori in corso sul centro storico. Centinaia di migliaia di euro, ottenute dalla precedente amministrazione comunale, rischiano di essere malamente spese dalla Giunta Giammarco. Pare che la storia recente non ci abbia insegnato nulla: per ripavimentare o, meglio, per rattoppare via Silla si sta usando una pietra simile, se non uguale, alla precedente! Anzi no!
Stavolta ci si è superati in leggerezza, scegliendo una pietra di uno spessore, che è la metà di quello delle precedenti, andate in frantumi, già dalla prima invernata dalla loro messa in opera. Come se non bastasse, si è realizzato un impianto antincendio, che al primo inverno sarà fuori uso. La profondità in cui sono stati estesi i tubi non è tale da evitare il congelamento e, qui da Noi, gli inverni sono rigidi… sono inverni Scannesi, non Molisani! Qualche mente illuminata dell’amministrazione pare che abbia la soluzione al problema del gelo invernale: togliere l’acqua l’inverno o usare l’antigelo.
Due idee brillanti… per balordaggine però!
I due incendi degli ultimi anni si sono verificati in pieno inverno; periodo in cui, se al Comune non lo sanno, c’è il massimo uso di riscaldamento. L’antigelo invece andrebbe a contatto con l’acqua potabile e finirebbe nei rubinetti delle case. Se a ciò si aggiungono le caratteristiche dei selci utilizzati per il Castellaro, caratteristiche che lasciano temere sulla tenuta dell’opera appena realizzata, è chiaro che ci troviamo di fronte all’ennesimo scempio, operato sperperando danaro pubblico. La situazione economica che l’Italia sta vivendo è nota a tutti! I finanziamenti pubblici saranno ridotti al lumicino, anzi, per anni, dovremo scordarceli. Non possiamo più permetterci di sbagliare!
Chiediamo al Sindaco di Scanno che, prima di continuare con questi lavori, si accerti, attraverso perizie di esperti, tecnici e maestranze Scannesi, e ripetiamo Scannesi!, della bontà e della qualità delle opere! Non si può più giocare sulla pelle di SCANNO!

Dal Gazzettino della Valle del Sagittario riprendiamo il volantino distribuito sul tema delle pietre!!!ultima modifica: 2012-06-15T18:35:00+00:00da vivrescanno
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento