Dal Gazzettino del Sagittario…

In un opuscolo con foto in quadricromia

I LAVORI DI RESTAURO A SCANNO
DELLA CHIESA DI S. EUSTACHIO
A cura di Ezio Farina

image

SCANNO – E’ uscito in questi giorni, in occasione delle “Giornate Angiologiche scannesi”, un opuscolo a cura di Ezio Farina, sui lavori di restauro effettuati a Scanno nella chiesa di Sant’Eustachio. Dopo una breve presentazione del parroco don Carmelo Rotolo, Pier Luigi Antignani tesse la storia di Sant’Eustachio, patrono di Scanno e della chiesa a lui dedicata, risalente al secolo XII. La descrizione prettamente tecnica dei restauri è affidata agli stessi restauratori della ditta Kermes di Roma. Sono le foto di Ezio Farina che seguono passo passo le parole scritte, illustrando il prima e dopo dei lavori, riferiti agli affreschi della cupola, agli altari, agli stucchi, ai dipinti, alle lapidi e all’organo, durati dal 2002 al 2013.
«E’ bello che i nostri occhi – scrive don Carmelo – vedano quanto, dopo il restauro, è stato realizzato e si dischiude alla nostra contemplazione: una chiesa che non conoscevamo e non immaginavamo, le cui foto ci mettono davanti il prima e il dopo di quanto era nascosto ed ora visibile». I lavori sono stati realizzati sotto la supervisione della Soprintendenza per i Beni Storici Artistici e Etnoantropologici dell’Abruzzo. Il tempio è stato riaperto al culto con una solenne cerimonia, a cui ha partecipato il vescovo della Diocesi di Sulmona-Valva, il 17 agosto 2013.
L’opuscolo di 40 pagine è stato stampato dall’On Group Edizione. Bella e significativa la foto di copertina.

Dal Gazzettino del Sagittario…ultima modifica: 2014-05-17T10:04:40+00:00da vivrescanno
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento