COMUNE DI SCANNO … ANCORA UNA NOMINA LEGALE OPPOSIZIONE DECRETO INGIUNTIVO

Pare che per le casse comunali non ci sia pace….la giunta con la determina acclusa apre un nuovo contenzioso.


Ancora un decreto ingiuntivo notificato il 24 maggio 2012   al  comune di Scanno da parte della ditta per il  pagamento della somma di € 18.858,57, IVA inclusa oltre a spese, interessi competenze,  relativamente alla rata di saldo dell’appalto dei lavori di ristrutturazione di un fabbricato sede dei volontari dei Vigili del fuoco e alloggio Carabinieri.

 

ORMAI PARE UNA CONSUETUDINE … PERCHE’ TANTI RICORSI???

CHI E’ RESPONSABILE DEI LAVORI???? PERCHE’  IL SALDO NON E’ STATO PAGATO??? QUALI SONO LE RAGIONI DEL COMUNE??? MA  LE PAGA CHI LE SPESE????

 

DETERMINA DI GIUNTA DEL 30 GIUGNO 2012

 

LA GIUNTA COMUNALE
Premesso che in data 24 maggio 2012 è stato notificato a comune di
scanno il ricorso per decreto ingiuntivo da parte della ditta Del signore s.r.l. con
sede in Sulmona, in persona del leale rappresentante p.t. del Signore Massimo,
depositato presso il Tribunale di Sulmona, con il quale viene ingiunto il
pagamento della somma di € 18.858,57, IVA inclusa oltre a spese, interessi
competenze, relativamente alla rata di saldo dell’appalto dei lavori di
ristrutturazione di un fabbricato sede dei volontari dei Vigili del fuoco e alloggio
Carabinieri;
Considerato che si rende necessario formulare opposizioni al predetto
Decreto Ingiuntivo onde tutelare le ragioni del Comune;
Considerato che a tal fine viene incaricato l’av. Antonio Serafini del Foro
di Roma a rappresentare il Comune di Scanno nell’instaurando giudizio presso il
tribunale di Sulmona;
Dato atto che per lo stesso progetto su ricorso prodotto dall’ing Tancredi
Rossicone, è stato dato mandato all’Avv. Antonio serafini, essendo già a
conoscenza ed avendo approfondito la questione;
Ritenuto di impegnare la somma di € 1500,00 sul ap. 198 int. 1.01.02.08
del bilancio di previsione 2012 in corso di approvazione tenendo presente che
con successivo atto del responsabile dell’ufficio competente si provvederà
all’integrazione ed alla liquidazione della somma dovuta;;
Visto il parere del responsabile del servizio espresso ai sensi dell’art 49
del D.Lgs n 267/2000;
Visto il D.lgs n 267/2000
Con voti unanimi espressi in modo palese.
DELIBERA
Autorizzare, per le motivazioni di cui in narrativa, il Sindaco pro-temopore del
Comune di Scanno a formulare opposizioni avverso il decreto ingiuntivo da parte
della ditta Del signore srl con sede in Sulmona;
incaricare l’avv Antonio Serafini del Foro di Roma a difendere le ragini del
Comune di Scanno nell’instaurando giudizio;
impegnare la somma di € 1500,00 sul cap 138 int 1.01.02.08 del bilancio di
previsione 2012 in corso di approvazione, tenendo presente che con successivo
atto del responsabile dell’ufficio competente si provvederà all’integrazione ed
alla liquidazione della somma dovuta;
rendere il presente atto immediatamente eseguibile con separata votazione
unanime e palese ai sensi dell’art 134, comma 4, del D.Lgs n
267/2000.———————————-

COMUNE DI SCANNO … ANCORA UNA NOMINA LEGALE OPPOSIZIONE DECRETO INGIUNTIVOultima modifica: 2012-07-12T18:57:00+00:00da vivrescanno
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento