“COESIONE DEL CENTRO ABRUZZO…CADONO LE FOGLIE MA NON LE SPERANZE!”

image

“Il Movimento coesione del centro abruzzo dopo tanto impegno evidenzia le difficolta’ a cooperare con una politica che pare andare controcorrente piu’ che adoperarsi per creare sviluppo.

Aspra critica alla gestione dei FAS molto lenta. Una prassi consolidata che fa porre una domanda : se per 4,5 milioni sono stati impiegati 3 anni per 150 milioni il tempo stimabile è circa un secolo.

Insomma nulla di nuovo su una critica che e’ la piu’ ricorrente sulla vecchia classe politica.

L’abbiamo ben sperimentata nel nostro paese che da circa dieci anni non riesce a spendere il famoso milione di euro che peraltro si e’ addirittura volatizzato.

Pare che i finanziamenti siano una fonte fonte per consentire ai politici di fare la loro campagna elettorale, tutto il resto, come diceva il grande Califano, e’ noia!!! Ci e’ successo infatti di dire piu’ volte grazie per un finanziamento speso e mai elargito dalla regione.

L’unica attivita’ produttiva – si fa per dire ovviamente- e’ quella legale con ricorrenti giudizi aperti con la felicita’ degli avvocati!!!

SULMONA – “Mercoledì 19.11.2014 abbiamo assistito, da invitati, con piacere, ma con senso di responsabilità e dovere di conoscenza, alla Missione Aree Interne del Centro Abruzzo, in presenza del Dr. Barca, sul tema della Zonizzazione, verificando come si stia seriamente lavorando e con decisione sul tema della Coesione Territoriale. Ricordiamo che già al Convegno di Novembre 2012, sullo stesso tema l’allora il Ministro Barca concluse con la frase :”Ora Ora è il momento” in riferimento al Bilancio Europeo 2014/2020. Da allora sono trascorsi due anni e qual è la situazione? Non ci sono stati significativi segnali di attenzione da parte di coloro che dovevano essere gli attori protagonisti: gli Amministratori”si legge in una nota giunta in redazione. CONTINUA A LEGGERE ARTICOLO CENTROABRUZZONEW

“COESIONE DEL CENTRO ABRUZZO…CADONO LE FOGLIE MA NON LE SPERANZE!”ultima modifica: 2014-11-20T20:37:12+00:00da vivrescanno
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento