Botteghe di mestiere, al via la seconda fase per un’opportunità di lavoro a giovani disoccupati

image

Si ripropone la iniziativa

SULMONA – Le Botteghe di Mestiere, in un contesto caratterizzato soprattutto da un mercato del lavoro non a dimensione giovane, rappresentano un motore di nuova occupazione attraverso il recupero dei valori legati al lavoro, un obiettivo sempre più condiviso da tutti gli attori della vita economica e sociale del Paese.

La prima esperienza era partita l’anno scorso (clicca qui).
“La sfida – spiega il direttore del Cescot Angelo Pellegrino (foto) – riguarda la capacità di trasmettere alle nuove generazioni le tante virtù delle professioni legate al lavoro artigianale, (in questo caso i settori sono: gastronomia, panificazione, pizzeria, pasticceria, macelleria, confetteria, ecc.), che ha sempre rappresentato la spina dorsale dell’economia italiana, e che rischia di scomparire se le competenze di ognuno non vengono acquisite, implementate o aggiornate. Questi tornano ad essere i “mestieri cassaforte”, i passepartout per il successo in tempo di crisi”.
Ma cos’è la Bottega di Mestiere? In sostanza, sono singole imprese o aggregati di imprese operanti nei comparti produttivi della tradizione italiana, che promuovono “percorsi sperimentali di tirocinio” al fine di favorire la trasmissione di competenze specialistiche alle nuove generazioni, rafforzare l’appeal dei mestieri tradizionali, favorire il ricambio generazionale e stimolare la nascita di nuova imprenditoria.
Possono partecipare i giovani disoccupati e/o inoccupati, tra i 18 e i 29 anni (non compiuti), che abbiano assolto all’obbligo scolastico e che siano residenti in Abruzzo.
In Provincia dell’Aquila si sono costituite 2 Botteghe di Mestiere, con il coinvolgimento di 10 aziende del settore agroalimentare.
Gli aspiranti artigiani riceveranno una Borsa mensile di € 500, per sei mesi.
Le candidature resteranno aperte fino al 30 ottobre 2014.
Per partecipare è necessario scegliere una delle botteghe di seguito elencate:
· La Bottega di Mestiere “PROFUMI & SAPORI D’ABRUZZO”
Aziende ospitanti il tirocinio:
Panificio Bruno De Santis – Prezza (AQ)
Eventi Time srl – Sulmona (AQ)
D’Antuono srl – Sulmona (AQ)
Confetteria Giorgi di Rossana & Daniela snc – Sulmona (AQ)
Profumo di pane srl – Sulmona (AQ)

·La Bottega di Mestiere “I SAPORI DEL PARCO”
Aziende ospitanti il tirocinio:
Panificazione Cialfi Snc – Montereale (AQ)
Fe. Al. Srl – Barisciano (AQ)
Salumificio Peppone Srl – L’Aquila (AQ)
Aureli Mario SS Agricola – Ortucchio (AQ)

Il Soggetto regolarmente accreditato per la somministrazione dell’Attività Formativa obbligatoria per i tirocinanti è il CESCOT – OFFICINA DEI SAPORI.

Questo è il link per le iscrizioni:
http://www.italialavoro.it/wps/wcm/connect/botteghe/di+Mestiere/Home/Programma/.
Per le informazioni:
www.italialavoro.it – www.giovaniabruzzo.it – http://www.italialavoro.it/wps/wcm/connect/botteghe/di+Mestiere/Home/

Per informazioni dettagliate telefonare ai seguenti numeri:
· Agenzia formativa: 3282340597 – 0864567696
· Tutor Bottega “Profumi & Sapori d’Abruzzo”: 3476372807
·Tutor Bottega “I Sapori del Parco”: 3357781317.

Botteghe di mestiere, al via la seconda fase per un’opportunità di lavoro a giovani disoccupatiultima modifica: 2014-09-18T02:03:24+00:00da vivrescanno
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento