Boschi: taglio potere legislativo Regioni strumento di sviluppo

boschi mmagine

 

CORRIERE PELIGNO – Riflessioni destinate a fare molto rumore nel dibattito politico delle prossime settimane. Certamente le considerazioni del Ministro Boschi aprono una nuova fase  che forse è molto piu’ veloce e rivoluzionaria di quella  che appare oggi-

Sulmona, 6 settembre.-  Per il ministro delle Riforme, Maria Elena Boschi, “se possono esserci da parte di alcuni delle perplessità, io sono convinta che ridurre il potere legislativo delle Regioni sarà uno strumento di maggiore sviluppo per il Paese”. Lo ha detto durante il suo intervento al forum Ambrosetti.

“Penso che in una fase in cui le decisioni devono essere molto spesso condivise a livello europeo, non solo a livello nazionale, penso al tema dell’energia, è difficile immaginare che il nostro Paese possa avere una voce autorevole in Europa se poi i rappresentanti del nostro governo, una volta tornati a casa, devono trattare con tutte le Regioni la singola disciplina” ha osservato il ministro.”La variabile tempo – ha infatti sottolineato – non è irrilevante”. Per questo nella riforma costituzionale in via di approvazione c’è “sicuramente una riduzione netta del potere legislativo delle Regioni, c’è l’eliminazione netta della competenza concorrente, però le Regioni vengono coinvolte, visto che i consiglieri regionali vanno a sedere in Senato, nelle decisioni fin dall’inizio” ha concluso. (h. 15,45)

Boschi: taglio potere legislativo Regioni strumento di sviluppoultima modifica: 2015-09-07T16:14:24+00:00da vivrescanno
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento