Ballottaggi cresce l’astensione: Come recuperare rappresentanza?

image

Dalla stampa locale viene  la conferma,  la maggioranza degli elettori non ha votato. Nei ballottaggi comunali è stata infatti confermata la tendenza all’astensione (ha votato il 47,11%).

Prendiamo pertanto lo spunto per operare una riflessione su eventuale deficit di rappresentanza ancorché le elezioni non prevedono un “quorum” da raggiungere. Sembra infatti che la gente disertando le urne stia lanciando un messaggio di non gradimento” dell’offerta politica che, nel tempo, non ha assicurato quella credibilità e coerenza necessaria tra le promesse  e le azioni assunte durante il loro mandato.

Una regola che pare sia percebile anche nelle amministrazioni comunali cioè quelle che dovrebbere essere più vicine ai cittadini.  Non sono certo un mistero le contraddizioni all’interno dell’amministrazione che tanti mal di pancia sta procurando nella maggioranza. Le recenti dimissioni dovute appunto alle icongruenze con gli impegni assunti con l’elettorato ne sono una riprova.

Il risanamento del bilancio,  infatti, sarebbe avvenuto con l’aumento delle tasse senza intervenire sulle cause. Le casse comunali sono sempre critiche non essendo intervenuti con azioni di risanamento come ad esempio la riduzione/eliminazione della spesa superfluea. Le entrate non sono state aumentate ad esempio procedendo alla razionalizzazione/dismissione dei beni comunali e/o con azioni di recupero di crediti più volte dichiarati ma che non troverebbero riscontro nel bilancio.

Da più parti emerge la volontà di dar vita ad aggregazioni civiche  per dare voce a quella  maggioranza silenziosa, ma  non rassegnata,  che vuole vedere il paese tornare alle posizioni di primato occupate in passato.

Elezioni Abruzzo Abruzzo24ore.TV

Ballottaggi cresce l’astensione: Come recuperare rappresentanza?ultima modifica: 2015-06-16T18:50:15+00:00da vivrescanno
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento