Abruzzo…Stati generali edilizia, fermi al 2000

 Persi diecimila posti. Appello ai futuri eletti in Parlamento

(ANSA) – PESCARA, 19 FEB – Produzione ai livelli del 2000, con la perdita di circa 10mila occupati e la chiusura di moltissime imprese. E’ l’allarme degli Stati generali abruzzesi dell’edilizia (Ance, Cna costruzioni, Apiedil, Confartigianato, Acai, Casartigiani, Upaclaai, Lega coop, Confcooperative, Fillea Cgil, Filca Cisl e Feneal Uil Abruzzo) che rivolgono un appello alle forze politiche e a coloro che saranno eletti in Parlamento. In Abruzzo l’edilizia rappresenta il 10% degli occupati.

Abruzzo…Stati generali edilizia, fermi al 2000ultima modifica: 2013-02-20T07:12:00+00:00da vivrescanno
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento