Abruzzo: Persi 12.500 posti nel primo trimestre 2016

Studio Confartigianato, in 3 anni meno 21.600 unità

 © ANSA

(ANSA) – PESCARA, 14 LUG – Circa 12.500 posti di lavoro persi in Abruzzo nel primo trimestre di quest’anno, rispetto allo stesso periodo del 2015. Il totale degli occupati passa dalle 493.622 unità dei primi tre mesi dello scorso anno, alle 481.105 unità dei primi tre mesi del 2016, con un tasso di occupazione pari al 55,18%. Dal 2012 al 2015 gli occupati in Abruzzo sono passati da 500.309 (tasso di occupazione 56,66%) a 478.671 (54,50%): bruciati 21.638 posti di lavoro. È quanto emerge da un’analisi di Confartigianato Abruzzo, che ha elaborato gli ultimi dati Istat. Il tasso di disoccupazione è a quota 12,7% e i disoccupati sono pari a 70.004 unità, dato leggermente migliore rispetto al primo trimestre dello scorso anno (71.794), ma in peggioramento se si considera l’intero 2015 (69.111, 12,62%). Dal 2012 al 2015 i disoccupati sono passati da 46.763 (8,57%) a 69.111 unità (12,62%): una crescita esponenziale pari a 22.348 unità.

^^^

Numeri che la dicono tutta sulla situazione abruzzese.

Tuttavia sembra che ciò non abbia ancora convinto la classe dirigente locale che con la difesa dei  campanili  non si può invertire la rotta e ridare slancio all’Abruzzo.

Ne è una conferma la vicenda a cui stiamo assistendo, la  ormai nota variante “TOTO” sull’autostrada A24/A25,  dove  tanti sono i “NO” pregiudiziali che non consentono una valutazione  “razionalmente” dell’intervento che si propone di velocizzare il collegamento  tra Roma e Pescara ovvero  con la città Capoluogo economico dell’abruzzo. Non si può negare peraltro che tanti  disservizi  si avrebbero, per una durata non certo di giorni ma  di anni,  per eseguire  lavori di consolidamento  del tratto Cocullo-Pratola.

Auspichiamo quindi che vi sia presto un ritorno alla ragione mettendo da parte gli spiccioli interessucci e  guardando con fiducia al futuro dell’abruzzo.

Abruzzo: Persi 12.500 posti nel primo trimestre 2016ultima modifica: 2016-07-15T12:12:53+00:00da vivrescanno
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento