Risio: la festa dei serpari resta il 1° maggio

Come era prevedibile non si fa attendere la risposta del Sindaco di COCULLO che al Centro conferma in maniera categorica che  «Nessun altra data per San Domenico, la festa continuerà a svolgersi il primo maggio». Risponde così il sindaco di Cocullo, Nicola Risio, alla richiesta di evitare il rito dei serpari nella giornata che coincide con la festività nazionale del lavoro avanzata dal consiglio comunale di Scanno.

Ci domandiamo e domandiamo al Sindaco, ma era proprio necessario aprire un conflitto interistituzionale??

E’ curioso che nell’era dell’unione dei comuni si continua a ragionare in termini di cortiletti forse solo per trovare facili consensi. Si continua ad agire con politiche dell’oggi per domani, non comprendendo ancora che oggi le opportunità vanno ricercate con azioni proattive e non con atteggiamenti passivi e protezionistici. Ci domandiamo ancora, quando si comincerà a ragionare in termini di Valle del Sagittario condividendo e mettenmdo in atto politiche di sviluppo coordinate??

LEGGI ARTICOLO SUL CENTRO

Risio: la festa dei serpari resta il 1° maggioultima modifica: 2014-05-28T14:05:01+00:00da vivrescanno
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento